il caso

La polizia sventa una serie di furti a Spini di Gardolo

Fermato un 47enne di Lavis, aveva grimaldelli e un piede di porco



TRENTO. La Squadra Volante della Questura di Trento nella giornata di ieri, domenica 9 maggio, è riuscita a sventare una serie di potenziali furti nei pressi della zona industriale di Spini di Gardolo. Nell'ambito dell'attività di controllo del territorio - comunica una nota della Questura di Trento - gli operatori dell'Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico hanno fermato una persona mentre si aggirava in modo sospetto, a bordo della propria autovettura, nei pressi della zona industriale della città.

A seguito del controllo documentale è emerso, tuttavia, che l'uomo - un trentino di 47 anni residente a Lavis - aveva alle spalle numerosi precedenti specifici per reati contro il patrimonio. Il personale in servizio, vista la situazione, ha deciso così di perquisire l'uomo ed il relativo veicolo, al cui interno è stato trovato - celato sui sedili posteriori, all'interno di una coperta - un "piede di porco", che verosimilmente l'uomo avrebbe utilizzato di lì a poco.

L'uomo è stato quindi denunciato per il possesso ingiustificato di grimaldelli, oltre ad esser stato sanzionato poiché trovato alla guida del proprio veicolo con la patente scaduta.













Scuola & Ricerca

In primo piano

Sanità

Torna l'open day per le vaccinazioni contro l'encefalite da zecca

Porte aperte nei centri sanitari provinciali di Cles e Tione, giovedì 20, e in quelli di arco, Cavalese, Pergine, Rovereto e Trento, venerdì 21. Richiesta la prenotazione dalle 14 alle 16, nella fascia successiva - fino alle 19 - accesso libero
 Su prenotazione dalle 14 alle 16, accesso libero dalle 16 alle 18
IL PERICOLO Col caldo sono tornate le zecche, ecco come difendersi
PREVENZIONE Anche per i nostri amici a quattro zampe