l’idea

Giro "semiserio" del Trentino in 33 ore (e 33 tappe) per aiutare il Villaggio del fanciullo

Tre amici, tre mezzi d’epoca e la partenza domani da Vigo Melano per portare un messaggio di speranza. E un sorriso (foto da Fb)

TRENTO. Un viaggio per il Trentino all'insegna della mobilità del passato e di quella futura, per abbracciare tutte le comunità locali e con finalità benefiche.

L'iniziativa, che prenderà il via dall'abitato di Vigo Meano, a Trento, è nata da alcuni amici, appassionati di veicoli d'epoca.

Si tratterà di un giro in 33 tappe - intitolato "33 t'ape en Trentin: tonda semiseria in 33 ore tirade" - per portare un messaggio di speranza e di serenità, ma anche per raccogliere fondi a favore di Sos Villaggio del fanciullo di Trento, ente impegnato nella cura di minori in condizioni di disagio sociale e famigliare.

All'iniziativa prenderanno parte Patrizio Tapparelli con un'Ape d'epoca, Alan Corradi, in bici storica, e Miriam Lancerin, con un motocarro Guzzi Ercole.

"Dopo un periodo così difficile, abbracciamo tutto il Trentino con un'iniziativa di ampio respiro, per portare un messaggio di speranza", ha detto Tapparelli all'Ansa.

Il tour partirà da Vigo Meano domenica 22 agosto alle 19. Lungo il percorso molte comunità di mezzi storici si sono organizzate per seguire i tre amici per un breve tratto.