IL CASO

Orso M49, l'animale è senza radiocollare, ricerche con i cani

Battute in corso del Corpo forestale con l'utilizzo di squadre di cinofili. LEGGI LA NOTIZIA: Evaso nella notte dal Casteller.

  IL VIDEO DELL'ARRIVO DOPO LA CATTURA NELLA NOTTE.  --- 

LE IMMAGINI DEL SOPRALLUOGO: E' fuggito da qui.  -  LE VIDEOINTERVISTE: Fugatti/1: "Avevamo ragione noi a volerlo prendere" - Fugatti/2: "E' sulla Vigolana: previsto l'abbattimento"

GUARDA ANCHE: La Provincia chiede l'autorizzazione alla cattura -  Fugatti firma l'ordinanza: catturatelo - Il braccio di ferro con il ministro Costa - L'appello degli animalisti -  Agricoltori e allevatori in piazza a Trento contro lupo e orso

LE IMMAGINI: La marcia dei trattori: "Io sto con cappuccetto rosso"

TRENTO. La ricerca dell'orso M49 avviene senza poter utilizzare il radio-collare in quanto l'apparecchio di localizzazione gli era stato tolto dopo la cattura, nel momento in cui era stato rinchiuso nel Centro faunistico Casteller da dove poi è scappato. Lo conferma la Provincia di Trento.

La ricerca del plantigrado prosegue dunque a cura del Corpo forestale con l'utilizzo di squadre con cani per la ricerca degli orsi. Secondo quando fa sapere la Provincia, il plantigrado è stato in grado di superare la doppia recinzione elettrica (14 fili in totale) e la struttura di contenimento costituita da una barriera metallica alta quasi quattro metri.

Ha superato inoltre due ulteriori recinzioni elettriche interne che lo dividevano dall'orsa DJ3, altro esemplare da tempo custodito nell'area faunistica. Le recinzioni elettrificate presenti nel recinto del Casteller - sottolineano i tecnici della Provincia - hanno una portata dai 6.000 agli 8.000 volt.