Custode Olimpico di Vicenza salva collega colpito da infarto

(ANSA) - VICENZA, 11 APR - Aiutato dalla figlia ventenne, che studia da infermiera, ha salvato la vita di un collega, colto da infarto, con l'uso del defibrillatore in dotazione al Teatro Olimpico di Vicenza e messo davanti al portone d'ingresso, in piazzale Matteotti. Protagonista della vicenda il custode del monumento palladiano, Emilio Giorio, 60 anni, che non è nuovo a questi gesti di solidarietà e prontezza di spirito: tre anni fa, nel marzo 2015, sempre con il defibrillatore dell'Olimpico, salvò la vita ad un anziano turista che aveva avuto un grave malore durante la visita al teatro.    Giorio stava pranzando nel suo alloggio, al piano superiore del teatro, quando è stato chiamato urgentemente a causa del malore improvviso di un collega cinquantenne, che aveva appena concluso il turno di lavoro ed era in procinto di timbrare il cartellino. Le condizioni dell'uomo sono apparse subito molto gravi, a causa di un arresto cardiaco che gli ha fatto perdere conoscenza. A quel punto Giorio ha recuperato il defibrillatore, che ha poi utilizzato con l'aiuto della figlia Claudia, con lui a pranzo.    Le operazioni di rianimazione, proseguite per diversi minuti, hanno avuto buon esito, sino all'arrivo dei sanitari del 118 che hanno proseguito l'intervento e trasportato il paziente in ospedale. L'uomo è ricoverato al San Bortolo, dove oggi le sue condizioni, pur gravi, sono considerate stabili. (ANSA).