LA SENTENZA

Uccise l'amico a Trento, dieci anni a Roberto Mulas

La condanna. Rito abbreviato per il 56enne accusato di aver ucciso Andrea Cozzatti nel marzo 2018 in via Maccani. L’accusa aveva chiesto 14 anni 

Il delitto fu commesso il 25 marzo dello scorso anno

TRENTO. Dieci anni di reclusione per omicidio volontario: questa la condanna con rito abbreviato condizionato inflitta ieri dal gup Francesco Borrelli a Salvatore Roberto Mulas, 56 anni, colpevole di aver ucciso con una coltellata, il 25 marzo 2018, l’amico Andrea Cozzatti, 44 anni, cuoco di Vezzano, che quella sera si trovava nella sua abitazione al civico 22 di via Maccani.

Mulas, difeso dall’avvocato Stefano Daldoss, era presente ieri in aula alla lettura della sentenza. Il pubblico ministero Marco Gallina aveva chiesto 14 anni, ma il giudice ha deciso per una pena inferiore, pur mantenendo la qualificazione del reato, mentre è stata esclusa la recidiva e sono state riconosciute le attenuanti generiche.