Tania, dallo snowboard allo Yoga

L'olimpionica di Canazei è diventata insegnante di meditazione

di Elisa Salvi

 CANAZEI. Snowboard e yoga. Due discipline, all'apparenza distanti, ma che nella vita di Tania Detomas si integrano perfettamente. Tania, 25 anni di Canazei, è stata per oltre un decennio una delle migliori snowboarder italiane, tanto che nel 2006, giovanissima, ha preso parte alle Olimpiadi di Torino con un brillante tredicesimo posto. Ma, da tempo, ha anche abbracciato lo yoga, pratica e filosofia.  «La concentrazione - spiega Tania - accomuna snowboard e yoga più di quanto non si creda. Quando si va con la "tavola" ad alti livelli, la capacità di porre l'attenzione solo sul tracciato da compiere è proporzionale alla bravura dell'atleta e alle sue prestazioni. È uno sport estremo che non permette distrazioni. Così una profonda introspezione è fondamentale nello yoga».  Una pratica, quest'ultima, che è parte integrante della quotidianità di Tania, diventata insegnante di meditazione e yoga integrale nel 2009, dopo tre anni di studi a Milano. Non solo, poco prima di Natale è rientrata a Canazei, dove lavora nel negozio di articoli sportivi di famiglia con il papà Fiorenzo e il fratello Elia (altri due big dello snowboard), dopo tre mesi trascorsi in India.  Un viaggio della "conoscenza" che ha portato Tania a fare esperienze straordinarie. È stata per un lungo periodo ad Auroville (sud dell'India), una "città universale" riconosciuta dall'Unesco dove persone di tutto il mondo vivono in pace e armonia compiendo ricerche materiali e spirituali per realizzare l'unione dell'umanità. Ma ha anche visitato Delhi e fatto un corso di buddhismo, incentrato per lo più sul silenzio e la meditazione, nella città del Dalai Lama, che ha pure avuto l'opportunità di conoscere.  Allontanatasi da qualche tempo dalle gare, perché soffriva molto lo stress degli allenamenti intensivi e soprattutto delle competizioni, Tania ora riversa nello snowboard tutta la sua preparazione spirituale e nel controllo del corpo.  Rider professionista, protagonista di numerosi video e spot e testimonial di importanti case di attrezzatura sportiva, Tania ama mischiare lo yoga con le spericolate evoluzioni con la tavola. In questi giorni sta addirittura organizzando il primo snow-yoga camp: «Si terrà in aprile - spiega - a Hemsedal in Norvegia. Lì si trova uno dei migliori snowpark d'Europa che, a fine stagione, è ancora in ottime condizioni. Hanno già aderito alcuni amici fassani che vogliono sperimentare l'abbinamento delle attività che più amo. Ed è possibile che, in futuro, proponga un camp simile anche in Val di Fassa».