Comano Terme. 50 le opere che hanno partecipato al concorso

Nuovo stemma e nuovo statuto per l'unione di Lomaso e Bleggio

  COMANO TERME. Presentazione ufficiale alla popolazione del nuovo statuto e del nuovo stemma comunale al municipio di Comano Terme in Ponte Arche. Non affollata la serata, ma comunque interessante, come hanno sottolineato il sindaco Livio Caldera e l'assessore alla Cultura Micaela Bailo. La presentazione del nuovo statuto, a cura di Roberto Gusmerotti e dello stesso sindaco, era stata preceduta dalla relazione storica e seguita da quella araldica del nuovo comune di Comano Terme, nato dal referendum per l'unione di Lomaso e Bleggio Inferiore il 27 settembre 2009. Lungo il processo unificatorio, a partire dal 1968 con il primo tentativo, poi fallito, di unione di Bleggio Superiore e Inferiore. Bleggio Inferiore viene ricostituito (capoluogo Comighello) nel 1946. Lo stemma era analogo a quello di Bleggio Superiore, troncato d'azzurro e di rosso alla croce patente aguzzata d'oro, versione "brisata" del Bleggio Superiore. A sua volta, il Comune di Lomaso è costituito con la riunione di Campo, Comano, Fiavé, Lundo e Stumiaga (capoluogo Campo Lomaso) con stemma "D'oro alla fascia d'azzurro, con una corona d'alloro" simboli di Giovanni Prati e dell'acqua termale di Comano. 50 le opere presentate al concorso. (g.ri.)