trento

L'anno della fame ed il Pomo della Terra

Ricordando la grande carestia del 1816: mostre, concerti e tanto altro

TRENTO. Un libro e una mostra protagonisti a Palazzo Trentini a Trento venerdì 21 ottobre 2016 1816 “L’àn da la fàm”. Questo il titolo della mostra storico divulgativa che verrà inaugurata venerdì 21 ottobre alle 17.30 a Palazzo Trentini col Patrocinio della Presidenza del Consiglio della Provincia Autonoma di Trento. Curata dallo storico Roberto Bazzanella, la mostra è promossa dal Coro La Valle di Sover e dalla sua sezione giovanile oltre che nel mondo della coralità in quello della tradizione e delle vicende storiche trentine.

Per il 2016 il coro ha proposto “16Sedese”, progetto che con spettacoli in provincia e fuori provincia, pubblicazioni, mostre, un concorso fotografico e un video documentario, ha voluto ricordare i duecento anni dall’ “an da la fàm”, 1816, quando la mancanza di calore causato dalle polveri di un vulcano diede inizio ad una grave crisi agricola ed economica nel trentino, perdurata fino a fine ‘800, quando il positivo incontro fra le azioni della politica provinciale tirolese e l’impegno del territorio, attraverso la nascita della cooperazione di don Lorenzo Guetti, portarono ad alcuni decenni di prosperità nel cosiddetto “risorgimento economico trentino”. L’anno della fame del 1816 portò e all’introduzione nell’alimentazione delle vallate trentine delle patate, giunte nel periodo napoleonico nel territorio di Trento, ma prima utilizzate solo per consumo animale. La versatilità in cucina fece la fortuna di questo alimento, diventato tradizionale in Trentino.

Questi contenuti del progetto sono stati veicolati nel corso del 2016 attraverso spettacoli specifici, concerti e rievocazioni, tutti legati al tema dell’alimentazione e della coltivazione della patata. Di rilievo la pubblicazione edita a cura del Servizio Agricoltura della Provincia, e che sarà presentata venerdì 21 a Palazzo Trentini, “Il Pomo della Terra”, curata dal direttore del coro, Roberto Bazzanella, e legata al tema del progetto, più di cento pagine di approfondimento, riccamente illustrate, circa la crisi economica ottocentesca, a partire dall’anno della fame, fino ad arrivare a fine secolo al “risorgimento economico” trentino.