Anansi: «Non ho paura del palco dell'Ariston»

Il cantante trentino prova in vista del debutto a Sanremo: sempre più fiducia

di Katja Casagranda

TRENTO. E' ormai scattato il conto alla rovescia per Anansi, (Stefano Bannò), il cantautore trentino che è in piena sfida per Sanremo Giovani e che la prossima settimana salirà sul palco dell'Ariston.
Si contano i giorni che lo separano dal grande debutto sul palco più prestigioso della musica italiana.
Proprio in una pausa delle prove il giovane cantautore ha trovato il tempo per raccontare del momento frenetico che sta vivendo.
«Quello che più mi emoziona - dice - è che il 16 esce il mio disco "Tornasole" e non vedo l'ora. E' certamente quello che mi interessa di più, indipendentemente dalal chanche sanremese. Sanremo è una bella vetrina per il disco, a cui tengo davvero immensamente".
Questi giorni sono stati dedicati alle prove di "Il sole dentro" la canzone con cui Anansi si presenta al Festival Sanremo Giovani. «Le prove sono andate bene - racconta - lunedì è andato tutto benissimo con l'orchestra diretta dal maestro Bruno Santori. Martedì sono stati definiti gli ultimi dettagli. Pensavo che sarebbe stata un'emozione grandiosa salire sul palco dell'Ariston, poi invece quando sono stato lì mi sono sentito tranquillo e tutto è girato bene».
Non solo prove, ma anche interviste e sessioni di fotografia, hanno caratterizzato questi giorni frenetici pre festival, ma Anansi mostra una maturità e padronanza che lo contraddistinguono alla faccia dei suoi 21 anni, maturate grazie alla gavetta fatta sui palchi irlandesi ed inglesi e poi con la tourneè con Roy Paci che non solo lo ha visto al concerto del 1 maggio a Roma, ma anche in un coast to coast negli States oltre che in lungo ed in largo per tutta l'Italia e l'Europa e, accanto a Paci in televisione dalla Dandini su Rai2 e da Cucuzza nella Vita in diretta su Rai1. Ora Anansi è rientrato alcuni giorni a casa in vista degli ultimi preparativi alla kermesse mentre attende di sapere se sarà in scena il 16 o il 17 febbraio con la sua "Il sole dentro" che ha registrato il favore di pubblico e radio. Gli otto finalisti infatti si esibiscono in due serata di quattro artisti di cui solo due accederanno alla finale del 18 dove verrà stilata la classifica dal primo al quarto classificato. Ancora una volta a decretare vincitori ed esclusi ci sarà il televoto, a cui si affianca il giudizio di una giuria composta da giornalisti ed orchestra.

© RIPRODUZIONE RISERVATA