GOVERNO

Orsi e lupi, il ministro Costa gela Trento e Bolzano

Roma impugnerà le nuove norme sui grandi carnivori: «Incostituzionali»

TRENTO. «Impugnerò le leggi di Trento e Bolzano sulla gestione di orsi e lupi di fronte alla Corte Costituzionale, sempre che le due province autonome non decidano di ritirare le due norme che ancora non sono state pubblicate sui bollettini ufficiali».

Lo ha detto il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, in un’intervista rilasciata al Corriere della Sera che ieri ha sollevato numerose reazioni. E la replica del governatore del Trentino, Ugo Rossi, non si è fatta attendere: «La nuova legge non è una licenza di uccidere - ha detto, invitando il ministro in Trentino - ma uno strumento per far fronte alle situazioni di pericolo».

Quindi il ministro - con un comunicato - ha comunque annunciato l’approvazione del piano lupo nazionale (atteso da tempo, ma fermo a causa della mancata condivisione delle regioni) in modo da eliminare alla radice la necessità di provvedimenti autonomi.