GIUSTIZIA

«Non volevo ucciderla, è stato un gioco erotico finito in maniera tragica»

Omicidio di Brunico, convalidato l'arresto di Patrick Pescollderungg

BOLZANO. Patrick Pescollderungg, 35 anni di Brunico, ha confermato oggi in carcere, davanti al giudice Emilio Schönsberg, in occasione dell'udienza di convalida, quanto aveva già dichiarato ai carabinieri in occasione del suo arresto per l'omicidio di Maria Magdalena Oberhollenzer, la donna di 54 anni trovata morta per strangolamento nel letto di casa sua lo scorso 27 dicembre a San Giorgio. «Non volevo ucciderla, è stato un gioco erotico finito in maniera tragica».

Pescollderungg, difeso dagli avvocati difensori Marco Mayr e Ivo Tschurtschenthaler, nella sua confessione sostiene dunque che si è trattato della tragica e involontaria conseguenza di una pratica erotica. Una tesi che dovrà venire valutata nel corso delle indagini.

L'uomo era comunque fuggito senza chiamare i soccorsi, prelevando anche il portafoglio della donna. L'arresto è stato convalidato e l'ipotesi di accusa rimane quella di omicidio volontario.