Sullo stemma di Ville d’Anaunia la parola ai cittadini

VILLE D’ANAUNIA. Da oggi all’8 maggio è aperta la fase partecipata di valutazione per individuare il nuovo stemma e il nuovo marchio del Comune di Ville d’Anaunia, nato nel 2016 dalla fusione tra...

VILLE D’ANAUNIA. Da oggi all’8 maggio è aperta la fase partecipata di valutazione per individuare il nuovo stemma e il nuovo marchio del Comune di Ville d’Anaunia, nato nel 2016 dalla fusione tra Tuenno, Tassullo e Nanno. Tre le proposte individuate dalla commissione e sulle quali la popolazione dei tre ex comuni di Nanno, Tassullo e Tuenno può esprimere la propria preferenza segnalandola on line sull’apposito sito del Comune oppure presentandosi direttamente nei tre ex municipi, o ancora segnalarlo nelle biblioteche di Tuenno e Rallo. Per realizzare lo stemma l’amministrazione diretta dal sindaco Francesco Facinelli aveva bandito un concorso pubblico per un logo che mantenga i tratti distintivi dello stemma - per contraddistinguere gadget e altri materiali promozionali. Per il vincitore era previsto un “premio” di 1.500 euro. Con il nuovo stemma e logo finiranno in archivio i tre “vecchi” stemmi dei Comuni di Nanno, Tassullo e Tuenno che oggi campeggiano appaiati sopra i documenti istituzionali del Comune di Ville d’Anaunia. “La loro storia e il loro significato non vanno dimenticati, ma si è ritenuto opportuno ricercare una nuova soluzione grafica che accomuni l'intero territorio che spazia dalla diga di Santa Giustina alla Val di Tovel, dal torrente Tresenica al Peller” - aveva spiegato l’assessore Gloria Concini annunciando il bando che è scaduto il 19 marzo. Le idee proposte sono state vagliate da una commissione apposita nominata a suo tempo dal consiglio comunale, che avrà in ogni caso l’ultima parola nella scelta. La commissione, tra le varie proposte arrivate, ha scelto le tre che ora sono proposte al giudizio dei censiti. (g.e.)