MENDOLA

Muore a 15 anni all'accensione dei fuochi del sacro Cuore

La tragedia sul monte Roen: il ragazzo domenica sera non era tornato a casa. Oggi, lunedì 11 giugno, il ritrovamento del corpo. Era precipitato in un burrone 

La vittima è un giovane Schutzen

MENDOLA. Un giovane di Termeno, di 15 anni, ha perso la vita la scorsa notte (10 giugno) sul Monte Roen. Il ragazzo aveva partecipato ad una delle cerimonie di accensione dei fuochi per il Sacro Cuore. 

L'allarme è scattato nella notte, quando il giovane non è rientrato a casa.

Il suo corpo è stato ritrovato quest'oggi (11 giugno) dai soccorritori. La disgrazia si è verificata poco lontano dalla baita Schweiggl a circa 1.800 metri di quota. Il ragazzo è precipitato in un burrone, morendo sul colpo. Il Monte Roen (2.116 metri) è la vetta più alta della Catena della Mendola, che si affaccia da un lato con i suoi vasti boschi sulla val di Non, mentre scende a strapiombo verso la valle dell'Adige. La baita Schweiggl si trova proprio sulla cresta su un balcone panoramico.

Non è escluso che il ragazzo abbia scelto una scorciatoia oppure un sentiero di cacciatori, visto che conosceva bene la zona.