Da Trento 2,85 milioni per il nuovo trampolino 

Pellizzano ha ottenuto il finanziamento per completare lo stadio del salto Oltre all’HS66 un impianto di risalita, una tribuna e una palazzina servizi 

PELLIZZANO. Pellizzano avrà il suo “Stadio del Salto”. La giunta provinciale ha approvato il finanziamento in conto capitale di 2,85 milioni di euro all’amministrazione di Pellizzano, che potrà dunque completare la propria zona sportiva trasformandola in un autentico stadio del salto, con tanto di trampolini e strutture necessarie ad ospitare atleti, staff e pubblico.

Dopo due anni trascorsi alla ricerca di un accordo con il Cone, verifiche e progettazione, la Provincia ha deliberato l’investimento che servirà alla realizzazione del nuovo trampolino HS66 per il salto con gli sci all’interno di un’area sportiva che sarà dotata, oltre al nuovo trampolino intermedio rivestito in materiale plastico, anche di un impianto di risalita. Non mancheranno la torre dei giudici, la tribuna allenatori e una palazzina servizi dotata di spogliatoi, infermeria e garage/magazzino. Una volta completato, lo stadio del salto di Pellizzano, in quanto centro federale, sarà fruibile da tutte le squadre che svolgono attività agonistica in ambito nazionale ed internazionale.

Il nuovo standard dello stadio del salto - che si affianca all’impianto di Predazzo, in val di Fiemme, teatro di gare di Coppa del mondo e mondiali di specialità - diventerà il centro federale della Fisi, quindi punto di riferimento per la pratica dello sport a livello agonistico e giovanile, e unico centro attivo in questo momento in tutto il territorio nazionale.

L’intervento all’impianto di Pellizzano è previsto dal Protocollo di intesa, risalente al marzo 2015, tra la Provincia autonoma di Trento e il Comitato olimpico nazionale italiano (Coni) di cooperazione nella promozione delle attività, nell’organizzazione di manifestazioni ed eventi sportivi e nell’implementazione dell’impiantistica sportiva.

In particolare, la Provincia può cofinanziare la realizzazione, la manutenzione straordinaria o l’adeguamento di impianti sportivi di carattere provinciale, individuati d’intesa con il Coni.

Nel dettaglio, l’investimento per lo stadio del salto di Pellizzano è così ripartito: 2,35 milioni di euro rientrano negli accordi con il Coni, che si impegna a cofinanziare l’opera per il 50% (1,175 milioni di euro), mentre i restanti 508 mila euro saranno finanziati dalla sola Provincia (pari al 95% della spesa ammessa di 535 mila euro).

Nella delibera la giunta spiega la ragione e la priorità del finanziamento, in quanto l’impianto sportivo invernale di alto livello è considerato un’infrastruttura propedeutica alla promozione dell’attività sportiva giovanile agonistica, e rilevante per lo sviluppo turistico, economico e sociale del territorio della Val di Sole.

Lo stadio del salto di Pellizzano si appresta dunque a essere un punto di riferimento dello sport giovanile, unico esempio di centro completo e attivo al momento in tutto il territorio nazionale. Un’opera che porterà l’intera Val di Sole al centro dell’interesse degli amanti dello sport invernale. (f.b.)