MALTEMPO

Maltempo, Alto Adige, elicottero di una megasegheria austriaca sorvola i boschi

L'assessore Schuler: "Ci sono due priorità: pulire i boschi dagli alberi caduti ed evitare un crollo dei prezzi". Decreto del presidente della Provincia per rendere più snelle e meno burocratiche le procedure di intervento

BOLZANO. Un elicottero di una megasegheria austriaca sarebbe stato avvistato in Alto Adige, mentre sorvolava un bosco colpito dal maltempo. È quanto si apprende da fonti del settore legno a Bolzano. In Austria operano cinque segherie che lavorano ciascuna un milione di metri cubi di legno all'anno, una addirittura 1,2 milioni, ovvero circa il danno registrato in Alto Adige oppure un decimo dell'intero settore in Austria.

Il portale internet Holzkurier.com, dedica vari articoli ai danni ai boschi in Italia. A Bolzano nel tardo pomeriggio si riunisce un tavolo tecnico, al quale parteciperà l'assessore provinciale Arnold Schuler, i proprietari dei boschi, le segherie e alcuni esperti. «Ci sono due priorità: pulire i boschi dagli alberi caduti ed evitare un crollo dei prezzi», ha detto Schuler. «Dobbiamo sviluppare una strategia comune per evitare il caos e di conseguenza effetti negativi per l'intero settore», ha aggiunto l'assessore.

Il tavolo di lavoro è stato creato 3 anni fa per gestire la risorsa legno a livello provinciale: vi prendono parte tutti gli attori che in qualche modo operano con questa materia prima. Un ruolo di primo piano hanno in questo senso i proprietari delle segherie, coinvolti in prima persona a lavorare l'immensa mole di legno che deve essere ora recuperato e utilizzato.

Il presidente della Provincia ha emanato due decreti, uno per dichiarare lo stato di calamità a livello provinciale e rendere così più snelle e meno burocratiche le procedure di intervento consentendo anche affidamenti diretti, l'altro per richiedere l'accesso al fondo straordinario istituito a livello nazionale per gestire l'emergenza maltempo.