LA TRAGEDIA

Lavarone, annega sotto gli occhi della moglie

Luca Tamburini, 50 anni, si è tuffato poco dopo le 13 puntando verso il largo. I sub hanno recuperato il corpo in serata

LAVARONE. Erano le prime ore del pomeriggio, circa le 13 di ieri (20 agosto), quando un improvviso allarme ha allertato gli ospiti dei due lidi di Lavarone.

Nessuno si era accorto di nulla fino a quando sul posto è atterrato l'elicottero della Protezione civile, subito dopo l’arrivo dei sommozzatori di Mattarello e dei vigili del fuoco locali e di una Jeep dei carabinieri di Lavarone, i quali hanno prontamente isolato la zona del viale Paolina.

Solo allora si è capito che era successo qualcosa di grave. E iniziavano a circolare le prime voci: un uomo si era tuffato nel lago e non si vedeva più. Si tratta di un turista bolognese, Luca Tamburini, 50 anni, che portatosi sul lato nord-ovest dello specchio d'acqua, accompagnato dalla moglie e dai familiari, aveva deciso di togliersi maglietta e pantaloni e tuffarsi in acqua. La scena è stata seguita dalla famiglia, sembra addirittura che la moglie lo abbia ripreso mentre a bracciate vigorose puntava verso il largo. Ma poco dopo lo ha perso di vista. E dal lago non è più tornato.

Sono stati gli stessi familiari, nella disperazione, a dare l’allarme. Il corpo è stato individuato alle 19.30, sul fondo, e recuperato.