La Ruota rischia di essere cancellata dalla Motorizzazione 

Trento. La Ruota rischia di scivolare nel caos. La Motorizzazione, dopo l’articolo sul Trentino di pochi giorni fa, ha avviato verifiche sulla veste societaria assunta dall’ex cooperativa, sull’identi...

Trento. La Ruota rischia di scivolare nel caos. La Motorizzazione, dopo l’articolo sul Trentino di pochi giorni fa, ha avviato verifiche sulla veste societaria assunta dall’ex cooperativa, sull’identità del gestore dei trasporti e su chi ha la proprietà dei mezzi adibiti al trasporto disabili. Infatti, la Motorizzazione ha scritto alla stessa Ruota srl, al Cta, proprietario della società, e al Servizio Trasporti della Provincia. Questo perché dopo l’acquisto della Ruota da parte del Cta la società è stata trasformata da cooperativa a srl, ma senza dare informazione alla Motorizzazione. Questo potrebbe avere pesanti conseguenze anche dal punto di vista pratico. Infatti c’è da verificare se i mezzi che erano intestati alla cooperativa sono stati ceduti alla srl e quindi hanno cambiato di proprietario. Un aspetto non secondario dal punto di vista assicurativo. La Motorizzazione spiega che la trasformazione comporta la rivalutazione dei requisiti per il trasporto pubblico. Sono infatti trascorsi oltre due mesi dalla trasformazione della società e che sono cambiati anche gli amministratori. Per questo la Motorizzazione ha disposto la cancellazione della Ruota dal Ren, il registro elettronico nazionale delle imprese che effettuano trasporto di persone se non chiarirà la sua posizione. Alla Ruota, poi, la Motorizzazione assegna 10 giorni di tempo per fornire chiarimenti sulla data dell’avvenuta trasformazione societaria e sulla nomina del gestore dei trasporti, specificando la data di assunzione dell’incarico da parte del gestore dei trasporti stesso. La Ruota rischia anche il ritiro delle targhe e delle carte di circolazione dei mezzi, La Motorizzazione, poi, precisa che in mancanza delle previste comunicazioni, della nomina del gestore dei trasporti e dell’aggiornamento dei documenti della società e dei veicoli intestati, la circolazione dei mezzi de «La Ruota società cooperativa sociale» non risulta in regola con le norme vigenti. Questo significa che la Ruota potrebbe cessare l’attività con la conseguente perdita del lavoro per i suoi 50 dipendenti.

Intanto Ezio Casagranda del sindacato di base Usb ha scritto al presidente della Provincia Maurizio Fugatti per chiedere che la Ruota non venga smembrata: «Come Usb siamo contrari ad ogni forma di smembramento della società in quanto avrebbe ricadute pesanti sia sul versante occupazione che sulla qualità del servizio, chiediamo un intervento da parte di questi enti in indirizzo nel merito di quanto riportato nell'articolo odierno, in particolare sulla situazione occupazionale del personale di questa società che in caso di smembramento porterebbe ad una possibile perdita di molti posti di lavoro».