“InPrendi”, bando per far nascere nuove imprese 

Tione. Ritorna "InPrendi", il percorso formativo che si propone di insegnare ai giovani come aprire la propria impresa, che già nel 2018 aveva visto la partecipazione di 35 giovani giudicariesi. Per...

Tione. Ritorna "InPrendi", il percorso formativo che si propone di insegnare ai giovani come aprire la propria impresa, che già nel 2018 aveva visto la partecipazione di 35 giovani giudicariesi. Per il presidente della Comunità di Valle delle Giudicarie, Giorgio Butterini, «lo scopo è favorire la nascita di nuove imprese, in subordine a una logica di un rigore progettuale, che comprende sia la dimensione gestionale e organizzativa che quella economica. Naturalmente la partnership tra la Comunità e tutte le Casse rurali del territorio contribuisce a rafforzare il “sistema” delle Giudicarie, obiettivo primario della nostra istituzione comunale». La seconda edizione di "InPrendi" è rivolta a persone fra i 18 e i 35 anni di età, residenti in Giudicarie o anche non residenti, ma che intendano aprirvi la propria impresa. Prenderà il via col prossimo 13 aprile e si comporrà di 2 momenti. Il percorso formativo, formato da 6 incontri, che si concluderà il 15 maggio e a seguire il “concorso di idee” che selezionerà le 3 migliori idee di impresa fra quelle presentate dai partecipanti al corso.

La formazione

Nella parte di formazione i docenti forniranno tutte le conoscenze che servono ad un giovane imprenditore per poter dar vita alla propria idea di business, partendo dalla redazione di un piano aziendale realistico e sostenibile. Il “concorso di idee” invece confronterà varie proposte d’impresa selezionandone 3 i cui promotori potranno usufruire di un contributo a fondo perduto di 5 mila euro messo a disposizione dagli enti promotori di “InPrendi” in modo da alleviare i costi d’avvio dell'impresa. I 3 vincitori godranno anche di un percorso di accompagnamento di 6 mesi con il sostegno professionale di “Impact Hub Trentino”, infine sarà loro messo a disposizione anche un finanziamento a tasso zero fino a 10 mila euro messo a disposizione dalla Cassa rurale di riferimento del territorio su cui ciascuna nuova impresa andrà ad operare. Per il 2019 è inoltre prevista una novità, lo “sportello d'impresa” a favore dei partecipanti al concorso di idee che offre loro una consulenza individuale per predisporre la documentazione necessaria a partecipare al concorso stesso.

Ulteriori informazioni e il bando di “InPrendi” sono disponibili sul sito della Comunità delle Giudicarie e delle casse rurali che sostengono il progetto. Per partecipare al percorso formativo bisogna invece compilare e spedire il modulo online reperibile al sito bit-ly/InPrendi entro lunedì 8 aprile. S.M.