IL MALORE

Bolzano, muore al supermercato dopo il furto di dentifricio e shampoo

Un bolzanino di 67 anni, entrato con la compagna, è stato notato mentre si metteva in tasca dentifricio e shampoo. Il direttore del punto vendita lo ha portato in ufficio in attesa della polizia. Quando sono arrivati gli agenti l’uomo è stato colto da un malore

BOLZANO. Un bolzanino di 67 anni è morto ieri al supermercato mentre gli stavano chiedendo conto del furto che aveva messo a segno poco prima, quando si era messo in tasca merce del valore di una decina di euro. Due tubetti di dentifricio e uno shampoo – secondo il portavoce della Questura – che l’uomo, arrivato in piazza Matteotti assieme alla compagna, aveva cercato di nascondere.

Quando al supermercato Poli, in piazza Matteotti, sono arrivate due volanti della Polizia di Stato anche i residenti - molti dei quali affacciati alle finestre delle case popolari a due passi dal bar Romagnolo - hanno subito pensato all’ennesimo furto di poco conto. Una cosa abbastanza frequente in tutte le catene che comporta, ogni volta, la necessità di compilare una lunga serie di scartoffie e che si risolve, nove volte su dieci, con una semplice denuncia

In base alle prime testimonianze raccolte il bolzanino - che pare fosse un volto conosciuto dal personale - è stato accompagnato nell’ufficio del direttore, in attesa dell’arrivo degli agenti. Sono passati alcuni minuti, durante i quali il 67enne non ha potuto che ammettere le sue responsabilità. Proprio mentre gli agenti gli stavano chiedendo conto di quel furtarello, per il quale probabilmente non sarebbe stato nemmeno portato in Questura, il bolzanino ha iniziato a sentirsi male e si è accasciato. Un attacco tanto improvviso quanto inatteso che ha indotto le forze dell’ordine a chiamare immediatamente i soccorsi.

Nell’ufficio del direttore sono arrivati nel breve volgere di qualche minuto medico d’urgenza e infermieri, che hanno cercato per venti minuti di rianimarlo ma la situazione è parsa subito quasi compromessa. C’è chi sostiene che l’uomo avesse, purtroppo, qualche problema di salute.