Residenza Molino, posti tutti assegnati 

Grande festa per l’avvio a pieno regime della nuova Rsa droata: oggi sono 60 gli ospiti della struttura

DRO. È definitivamente a pieno regime la Residenza Molino di Dro, dopo l’assegnazione degli ultimi 15 posti disponibili. Un traguardo celebrato, nei giorni scorsi, con una grande festa in compagnia del coro delle Piccole Colonne e degli Alpini di Dro.

Inaugurata ufficialmente in dicembre, la nuova struttura aveva in un primo momento ospitato i 45 residenti provenienti dal vecchio edificio, a partire dallo scorso 31 gennaio. Un periodo di “ambientamento”, questo, che si è concluso con l’arrivo dei nuovi ospiti, portando la Residenza al completo e al pieno della sua attività, attraverso l’assegnazione di tutti i 60 posti disponibili.

Per l’occasione, sabato 24 marzo, si è tenuta una grande festa, volta non soltanto a dare un caloroso benvenuto ai neoresidenti, bensì anche, come ha affermato il sindaco di Dro, Vittorio Fravezzi, presente alla giornata, «a celebrare una realtà fondamentale per la nostra comunità, ma non soltanto. La Residenza Molino, infatti, come ben sappiamo, offre i suoi servizi ben oltre i confini del nostro Comune». La giornata è cominciata con la celebrazione eucaristica da parte di don Stefano Anzelini nella nuova cappella. Nel pomeriggio, grazie alla collaborazione del gruppo Ana Monte Casale, capeggiato da Gino Chemolli, si è tenuto il concerto del coro delle Piccole Colonne di Trento. Diretti dalla maestra Adalberta Brunelli, la trentina di giovani cantori, di età compresa tra i 4-13 anni, ha presentato gli inediti del cd “È davvero un tesoro!”, per chiudere poi con un’esibizione in compagnia degli alpini. Al termine della giornata, dopo la consegna di un omaggio floreale a ciascun nuovo ospite, tutti i presenti hanno potuto gustare il buffet cucinato ed offerto dai volontari dell’associazione Arcobaleno di Pietramurata e dell’associazione Il Girasole di Dro. (k.d.e.)