BOMBA CARTA

Ala, attentato nella notte alla sede della Lega

Un ordigno rudimentale è stato fatto esplodere nella notte davanti alla sede della Lega di Ala, in via Nuova. Quest'oggi, 13 ottobre, è in programma la visita di Matteo Salvini (foto Mara Deimichei)

Le reazioni: Matteo Salvini: "Sono stati gli anarchici"

LE FOTO

ALA. Sono ore di tensione quelle che accompagnano l'arrivo in Trentino del vice premier Matteo Salvini, impegnato quest'oggi, 13 ottobre, in un vero e proprio tour de force di campagna elettorale in provincia. 

Tra le tappe in agenda c'è anche quella di Ala, cittadina scossa nell'ultima notte da un attentato proprio alla sede del partito di Salvini, la Lega. Una bomba carta è stata infatti esplodere davanti ai locali che ospitano il partito, in via Nuova. 

Danni alle vetrate della sede. Fortunatamente non ci sono feriti.  

Bomba carta ad Ala, distrutte le vetrate della sede della Lega

Ecco i danni provocati dalla bomba carta fatta esplodere questa notte davanti alla sede della Lega di Ala, in via Nuova. Gli autori del gesto sono già stati fermati dalle forze dell'ordine (foto Mara Deimichei)

In mattinata il segretario della Lega Trentino, Mirko Bisesti, ha diffuso la seguente nota: "Ringrazio le forze dell’ordine per essere prontamente intervenute a seguito dell’attentato avvenuto stanotte presso la sede della Lega di Ala e per essere riuscite a individuare ed arrestare due presunti responsabili. Spero che la magistratura faccia giustizia su quanto avvenuto. Per fortuna che non c’era nessuno all’interno della sede e non ci sono state vittime. Da parte della Lega, del candidato presidente Maurizio Fugatti e da parte mia, l’invito a tutte le forze politiche che partecipano alla competizione di moderare i toni".