IL LUTTO

Addio a don Tarcisio Guarnieri, il parroco dei deboli che bruciò l'elicottero da guerra

Il sacerdote, originario di San Bernardo di Rabbi, è scomparso all'età di 66 anni. Ha lasciato una traccia importante ai Solteri e a Mori, dove i fedeli lo ricordano con grande affetto. Fece scalpore un suo gesto: nel 1999, ai tempi della guerra del Kosovo, bruciò sull'altare, con il cero pasquale, un modelo di legno di un elicottero «Apache»

TRENTO. Lutto nel mondo della Chiesa trentina. E' morto all'età di 66 anni don Tarcisio Guarnieri, indimenticato parroco dei Solteri, a Trento, e di Mori, dove lasciò una traccia importante, distinguendosi per il suo carisma, coraggio e vicinanza ai più deboli.

Fece scalpore un suo gesto: era il 17 maggio del 1999, in occasione della guerra in Kosovo, quando don Tarcisio mise in atto l'insolita forma di protesta contro la guerra. Un gesto meditato per dare ai suoi parrocchiani un segnale forte contro ogni forma di violenza.

Nella chiesa dei Solteri, di fronte ai fedeli riuniti per la messa domenicale, don Guarnieri bruciò sull'altare, con il cero pasquale, un modello di legno di un elicottero «Apache», quelli utilizzati dall'esercito americano per bombardare i Serbi. Una protesta messa in atto in occasione della Prima Comunione dei bambini della parrocchia, come gesto simbolico di pace, «per ricordare a tutti - disse il parroco - che il Dio che stiamo pregando è un Dio di pace, e per non dimenticare una guerra che si combatte a due passi dall'Italia».

Il modello di elicottero, realizzato da Roberto, un ragazzo della parrocchia, fu portato in chiesa, al centro dell'altare, al mAmento dell'offertorio, in modo che fosse visibile a tutti, e poi bruciato grazie a una fiamma particolare, quella del cero pasquale. «Una fiamma - spiegò don Guarnieri - che rappresenta un'adesione convinta alla logica di Cristo, che è sempre stata una logica di pace e di superamento di tutte le violenze, anche nelle forme e nelle varie diramazioni che può assumere nel nostro piccolo».

Originario di San Bernardo di Rabbi, don Tarcisio Guarnieri fu ordinato a Trento nel 1977.  Fu vicario parrocchiale a Predazzo (1977-1983), parroco a Dimaro (1983-1994), Trento-Ss. Sisinio Martirio e Alessandro (1994-2007), Mori e Besagno e decano di Mori (2007-2015), residente a Rovereto (2015-2016) e a Trento (2016-2018).

Il funerale si terrà sabato alle 16 nella chiesa di San Bernardo di Rabbi.