La grande canoa nazionale torna sul Noce a Mezzana 

Tra oggi e domenica saranno assegnati i titoli di campione italiano assoluto nelle discipline fluviali. È la prima volta che le gare si svolgono in un’unica località

MEZZANA. La canoa italiana torna sul Noce. Dopo il Campionato italiano di Discesa Sprint per le categorie Junior e Ragazzi del 7/8 luglio a Caldes, è ora il turno di Mezzana. Nel campo slalom più famoso dell’intera vallata, tra oggi e domenica verranno assegnati i titoli di campione italiano assoluto nelle discesa della canoa fluviale: discesa, slalom ed extreme.

Questo è un appuntamento storico, perché per la prima volta in Italia un’unica località, Mezzana, ospiterà i tricolori per tutte le specialità della canoa fluviale italiana. L’organizzazione è curata dalla società padrona di casa, il Rafting Kayak Canoa Club Val di Sole, con il supporto dei Grandi Eventi Val di Sole, che hanno sposato la volontà della Federcanoa di raggruppare i maggiori eventi nazionali sotto un’unica regia.

Nessuno dei grandi nomi vorrà essere assente alle gare che si svolgeranno in questo weekend a Mezzana, con i portenti della discesa che inaugureranno il campionato dandosi battaglia nella discesa classica in programma oggi. Teatro di gara a partire dalle 14 sarà il tratto di Noce lungo 4 chilometro che collega Cusiano a Mezzana, con rapide di terzo livello che renderanno piuttosto ardua la sfida tra il centinaio di atleti che si presenteranno al via. Domani si rimane nel campo della discesa, con una sprint che avrà luogo nel selettivo campo slalom di Mezzana. Alle 9 il via alle prove ufficiali, alle 14 finali e gare a squadre. Consueti i nomi da cerchiare in rosso: quelli delle due figlie d’arte Alice e Cecilia Panato, figlie del già campione mondiale Vladi Panato. Cecilia, in particolare, è reduce da una stagione da record, che l’ha vista trionfare nella Coppa del Mondo. L’attenzione è puntata anche su un altro figlio d’arte, Leonardo Pontarollo, fresco atleta della società trentina del Caldonazzo con cui ha già conquistato il titolo giovanile 20 giorni or sono a Caldes, senza poi dimenticare Mattia Quintarelli e Giorgio Dell’Agostino, leader indiscussi del movimento discesistico italiano.

Domenica doppio appuntamento con canoa slalom (124 iscritti) e Slalom Cross (24 iscritti). Numerosi gli atleti da tenere in considerazione per la corsa al titolo di Campione d’Italia: nel C1 favoriti d’obbligo i vari Camporesi, Ivaldi e Micozzi, neo vice campioni del mondo U23 e Junior, nel K1 attenzione a Christian De Dionigi, all’altro fratello Ivaldi, Zeno, e a Giovanni De Gennaro. Al femminile la sfida sembra invece meno incerta: nel K1 si presenta per fare bene Stefy Horn e nel C1 attenzione a Marta Bertoncelli, reduce da un podio mondiale giovanile a Ivrea. Nello Slalom Cross, divertente disciplina che trae spunto dallo SkiCross (4 atleti in acqua in contemporanea), fari puntati su De Dionigi che lo scorso anno aveva sbaragliato ad Ivrea ,Marco Babuin ed ai soliti meranesi Waldner, Senoner e Klotzner

Per ogni ulteriore informazione è possibile consultare il sito ufficiale dell’evento Valdisolecanoe.it. (s.z.)