Mezzocorona: «Bambini più autonomi grazie al pedibus»

MEZZOCORONA. Una trentina di bambini la mattina dell’8 ottobre ha raggiunto la scuola elementare con la prima corsa dell’edizione 2018/2019 del pedibus o autobus a piedi. Quest’anno l’adesione degli...

MEZZOCORONA. Una trentina di bambini la mattina dell’8 ottobre ha raggiunto la scuola elementare con la prima corsa dell’edizione 2018/2019 del pedibus o autobus a piedi. Quest’anno l’adesione degli alunni è stata leggermente superiore all’anno scorso. Un po’ più folto anche il gruppo degli accompagnatori, formato da genitori e pensionati che, mettendo a disposizione un po’ del proprio tempo libero, si alternano nel garantire che i bambini arrivino a scuola sani, salvi e in tempo per l’inizio delle lezioni. Il percorso del pedibus, come negli anni scorsi, si snoda lungo tre linee: blu, verde e rosso. La prima parte da via Rotaliana. La linea rossa invece dalla zona di Stont. La linea verde inizia all’incrocio di via 4 Novembre con via Rovereto e via Sant’Antonio. Quest’ultima per ora sembra contare il maggior numero di bambini, una dozzina. I gruppi possono variare perché la partecipazione è sempre possibile e le iscrizioni aperte tutto l’anno, sia per i bambini che per i volontari. I turni vengono modificati di mese in mese, così da poter aggiungere gli eventuali nuovi iscritti. L’iniziativa nasce dalla volontà di offrire alla comunità un servizio semplice, comodo e sicuro, che promuova stili di vita sani, conoscenza e rispetto dell’ambiente circostante. «Da quando nel 2012 siamo partiti con il pedibus – dice l’assessore comunale alla cultura, Monica Bacca - uno dei nostri obbiettivi è cercare di rendere più autonomi i bambini, già dal primo anno della scuola primaria, nel percorrere la strada che da casa va verso la scuola. Dando sostegno alle famiglie che hanno difficoltà a gestire l’accompagnamento dei bambini e proponendo, in modo diverso, le lezioni di educazione civica e stradale». (b.b.)