andalo 

Ghezzi è il coordinatore del Patt 

Le nuove cariche all’assemblea di sezione in vista del congresso

ANDALO. Si è svolta ad Andalo l’assemblea d’ambito della sezione Patt della Paganella. Riconferma unanime per Ruggero Ghezzi come coordinatore e Paolo Lochner come vicecoordinatore. Eletti inoltre i delegati che andranno a partecipare e a poter esercitare il diritto di voto nel prossimo congresso del 24 marzo dove il Partito Autonomista Trentino Tirolese rinnoverà le proprie cariche politiche. I delegati per la Paganella sono 6, eletti all’unanimità su proposta del Coordinatore: Federica Donini, Carlo Bottamedi, Enrico Zeni, Paolo Lochner, Danilo Ghezzi e Eileen Zeni. A questi si aggiungono 4 delegati supplenti: Silvano Daldoss, Guerrino Viola, Laura Chini e Giovanni Fellin. Sono stati poi votati anche i componenti del consiglio provinciale del Patt: Federica Donini e Paolo Lochner ai quali per diritto si aggiunge anche il coordinatore Ruggero Ghezzi.

Espletate le fasi procedurali, si è dato il via alla presentazione delle tesi congressuali dei tre candidati alla Segreteria del PATT: Roberta Bergamo, Simone Marchiori e Carlo Pedergnana. A seguire sono state presentate le tesi per la vicesegreteria di Lorenzo Conci, collegata alla tesi di Simone Marchiori, e di Roberta Bergamo.

Sono stati discussi anche i due documenti programmatici che hanno visto l’intervento di Patrizia Pace in rappresentanza del Movimento femminile e del consigliere Lorenzo Ossanna come cofirmatario, insieme a Roberto Stanchina, del documento dal titolo: «Il futuro inizia oggi, non domani». Per quanto riguarda il Movimento Giovanile ha preso la parola Andrea Biasi, il quale ha ricordato ai presenti l’importanza di coinvolgere i giovani nella politica sottolineando che in questo periodo anche il Movimento Giovanile è in fase di rinnovamento e che esiste un gruppo molto attivo a cui tutti i giovani sono invitati a partecipare.

Il presidente della Commissione Congresso Michele Dallapiccola ha voluto ringraziare i presenti, i candidati alle cariche per il prossimo Congresso e tutti gli eletti, sottolineando il clima costruttivo e di serenità con cui si stanno svolgendo queste riunioni precongressuali.

A chiudere i lavori il segretario in carica Franco Panizza.

«Siamo in un momento di passaggio – ha ribadito Panizza – in un momento difficile per la politica e per la nostra Autonomia e dobbiamo prenderci il tempo per riflettere e per elaborare il progetto politico del Partito Autonomista, coinvolgendo e valorizzando tutte le persone che vogliono spendersi per la nostra comunità. Quello che ho visto oggi è un partito coeso, pronto a rinnovarsi con forze nuove, ma tutte con esperienza politica alle spalle. Il mio augurio è che questo Congresso – ha concluso Franco Panizza – possa portare ad un confronto costruttivo, ricco di idee e proposte diverse, ma che punti a rafforzare l’unità del partito e ad individuare una proposta politica convincente e utile per il trentino e per la nostra Autonomia».