TURISMO

Ecco la seggiovia che da Fossadei sale a Malga Cioca 

Pinzolo, inaugurata ieri la nuova 6 posti che può trasportare 1.800 passeggeri l’ora: tempo di percorrenza tre minuti

PINZOLO. Avrebbe dovuto essere inaugurata il 2 febbraio scorso la nuova seggiovia Fossadei – Malga Cioca, ma la cerimonia del taglio del nastro in quell’occasione slittò a causa di una importante nevicata, che dopo un dicembre e un gennaio senza precipitazioni, ha sostanzialmente salvato la stagione della neve. E così il nuovo impianto è stato inaugurato ieri mattina alla presenza di un poderoso schieramento di autorità locali e provinciali. Erano presenti, infatti, il presidente della Provincia di Trento Maurizio Fugatti con il vice Mario Tonina, l'assessore provinciale al turismo e albergatore di Pinzolo Roberto Failoni e l'assessore allo sviluppo economico Achille Spinelli, gli onorevoli Emanuela Rossini e Diego Binelli, il sindaco di Pinzolo Michele Cereghini, il presidente delle Funivie Pinzolo Roberto Serafini, il direttore di Trentino Sviluppo Maurizio Rossini, l'ex-assessore Michele Dallapiccola, don Ivan Maffeis il sindaco di Giustino Joseph Masè e altri.

«L'opera che inauguriamo è un esempio di come, se i territori uniscono le forze, se sanno fare sinergie, tutti ne traggono benefici - ha esordito il presidente Fugatti -. E proprio di questo abbiamo bisogno di gioco di squadra, fra Provincia, Comuni, Comunità e privati, per fare sviluppo, per promuovere, come in questo caso, un turismo di qualità. Il taglio di questo nastro è un messaggio per tutto il Trentino».

Gli onori di casa sono toccati all’assessore Roberto Failoni il quale ha commentato: «Questa è una scommessa vinta e dimostra che, se i territori coltivano un sogno, riescono a realizzarlo. E non finisce qui: realizzeremo altre opere, fra cui l'atteso bacino di raccolta, e poi guarderemo verso Campiglio. La Provincia ha compreso pienamente l'importanza dello sci alpino e continuerà a sostenerlo».

La nuova seggiovia a sei posti, che sostituisce la vecchia biposto, inaugurata nel 1972, è stata realizzata dalla ditta Leitner di Vipiteno ed avrà una lunghezza di 913,29 metri contro i 1.025 metri della vecchia seggiovia. La portata oraria, passerà da 694 persone ora a 1.800 passeggeri all’ora, con un tempo di percorrenza intorno ai 3 minuti. La linea prevede il posizionamento di 7 sostegni, contro i 19 dell’impianto dismesso, con un minore impatto infrastrutturale e paesaggistico rispetto all’impianto precedente. Non sarà previsto un vero e proprio magazzino veicoli e gran parte degli stessi saranno alloggiati negli spazi attinenti alle due stazioni. La nuova stazione a valle è stata posizionata a quota 1.484 metri, in prossimità dell’area “Campo scuola. Come per la stazione a monte, adiacente all’impianto sarà realizzata la cabina di comando con un prefabbricato in legno. (e.b.b.)