Video

L’incontro dopo 7 mesi di Joseph ed Eve ha commosso gli Usa

Si sono rivisti dopo 215 giorni, mesi e mesi di separazione che sarebbero stati durissimi per chiunque. Ma per Joseph ed Eve, entrambi ottantenni, lo sono stati ancora di più. Tutta per colpa del Covid. Non perché si siano ammalati, ma perché le restrizioni legate al contagio li hanno tenuti lontani l’uno dall’altra. Joseph ed Eve sono una coppia americana, della Florida, e sono sposati da 60 anni. Si erano incontrati, hanno raccontato, su una pista di pattinaggio. Il marito ha dovuto affrontare una lunga riabilitazione, durante la quale non ha potuto incontrarsi con la moglie. Solo delle telefonate e qualche saluto da lontano, dalle finestre. Poi, finalmente, l’incontro a sorpresa, nella residenza per anziani dove vivono. La scena ha commosso l’America: «Oh my God», ha esclamato Eve, quando ha visto il marito che la stava aspettando. «Ti amo. Non pensavo che sarei arrivato qui. Mi sei mancata così tanto», ha invece detto il marito

Timbravano il cartellino e poi se ne andavano a spasso

Il copione, purtroppo, non è nuovo: la mattina si presentavano puntuali sul posto di lavoro, timbravano il cartellino, e poi… addio: chi se ne andava a spasso, chi a sbrigare commissioni personali. Tutti se ne stavano via per ore, salvo poi tornare e timbrare il cartellino a fine giornata. Una giornata che avrebbe dovuto essere di lavoro, e invece… Ma c’è anche chi proprio non si faceva vedere, e si faceva passare il badge da colleghi compiacenti. Insomma, nemmeno lo sforzo di un veloce passaggio. I protagonisti dell’ennesima storia di malaffare sono 8 dipendenti della Asl di Roma, impiegati nella struttura «Casa della Salute» di Zagarolo. La Guardia di Finanza, però, li ha incastrati: in seguito a una segnalazione, li ha pedinati e filmati di nascosto mentre timbravano prima di uscire a fare i fatti propri. Gli 8 denunciati dovranno rispondere di truffa ai danni dell'Ente di appartenenza e falsa attestazione di presenza in servizio

Ecco la pianta carnivora scoperta dal Muse

Descritta una nuova specie di pianta carnivora: la Nepenthes diabolica. A scoprirla un team di ricerca internazionale di cui il Muse di Trento è capofila. Fotografata per la prima volta nel 2004 su una cresta montuosa indonesiana, la pianta è stata descritta formalmente e riconosciuta dalla comunità scientifica internazionale solo pochi giorni fa. A scoprire che si trattava di una nuova specie un team di ricerca di cui fa parte anche Andrea Bianchi, botanico e responsabile delle serre tropicali del Muse

Atmosfera magica: in val Senales sono arrivati 40 cm di neve fresca

L’ultima perturbazione ha aggiunto un ulteriore tocco di magia alle piste del ghiaccio. Uno scenario ideale per gli appassionati di sci e le condizioni perfette per una bella stagione invernale. Le Funivie Ghiacciaio Val Senales hanno messo a punto un protocollo rigoroso per contrastare il rischio Covid, con poche e semplici regole da seguire, che consentirà di sciare in sicurezza e serenità