"Sporco e l'odore è di fogna", la denuncia di Ornella Dorigatti sul laghetto di piazza Dante

Qualcosa non ha funzionato nel ripristino del laghetto dei Giardini di Piazza Dante se dopo la pulizia del fondo, l'acqua è oggi stagnante. Non solo, ma come segnala Ornella Dorigatti delegata Oipa per Trento, è nauseante l'odore di fogna che aleggia in zona. 

Video

Pejo Plastic free: dopo i rifugi e gli impianti, gli alberghi

Lanciata la fase 2 del progetto Pejo Plastic Free. Dopo aver eliminato la plastica monouso dalla Skiarea Pejo3000 nell’inverno 2019, ora è il turno delle strutture ricettive, che hanno aderito al protocollo predisposto dall’Azienda per il Turismo Val di Sole. Dal prossimo inverno, l’80% degli alberghi, residence e case vacanze saranno “plastic free zone”. Tra gli obblighi previsti nell’accordo: via il monouso, -50% per gli altri prodotti in plastica, sostituzione con prodotti riutilizzabili e con packaging compostabili. Ne parla Silvia Camillo, operatore turistico

Nonna Nunzia e lo spot per i vaccini: uno spasso

Vaccinarsi è un atto di responsabilità, è un modo per proteggere la popolazione più a rischio e tenere in sicurezza il sistema sanitario e ospedaliero. Il vaccino è importante anche per i 50 enni, ce lo dice Nonna Nunzia (Mario Cagol), con la sua consueta simpatia, nel nuovo spot proposto dall'ufficio stampa nell'ambito della campagna di prevenzione dalla diffusione del Coronavirus promossa dalla Provincia

Enrico, turista romano da 72 anni in vacanza a Piné: "Il lago della Serraia è diventato il mio Gange. Mi tuffo ma sono preoccupato"

Architetto del Coni specializzato in impianti sportivi green, Carbone considera l'altopiano di Piné come la sua seconda casa. Immancabile la nuotata quotidiana con tuffo dal pontile del Lido, non senza preoccupazione per il degrado delle acque, denunciato dal sindaco di Baselga (qui l'intervista) ma anche da residenti ed esercenti (qui il loro sfogo). "Il luogo è commovente ma l'acqua non è più invitante. Il mio è un bagno che faccio ormai quasi per religione... Il lago della Serraia è il vostro Colosseo: preservarlo è fondamentale" (videointervista di Luca Marognoli)

Il lago della Serraia "soffoca", il grido di dolore di chi abita sull'altopiano di Piné

Dopo l'allarme lanciato da Legambiente e Wwf, che chiedono la sospensione dei pompaggi delle acque del lago, e l'appello del sindaco Santuari ad intervenire per porre un'argine alla proliferazione delle alghe (qui l'intervista), cresce la preoccupazione dei pinetani. Come Nicholas Ravanelli, titolare del New Lido, che dice: "Bisogna intervenire al più presto". Ma c'è anche la voce fuori dal coro di un esperto pescatore: "La situazione è migliorata rispetto ad anni fa. Il lago è ricco di pesci" (videoservizio di Luca Marognoli). GUARDA anche la VIDEOINTERVISTA al turista romano che da 72 anni "prenota" ogni estate il pontile del Lido per le sue vacanze

Lago della Serraia, l'allarme degli ambientalisti e l'appello del sindaco: dobbiamo salvarlo

Il lago della Serraia sta morendo. Suona come un ultimo appello l'allarme lanciato da Legambiente regionale e dal Wwf del Trentino. Uno degli specchi d'acqua più belli del Trentino rischia di soffocare. Le alghe che proliferano da oltre vent'anni nel lago e che, specialmente in settembre, affiorano trasformando la superficie in una distesa oleosa sono il sintomo più visibile di una malattia che è diventata ormai cronica. Secondo gli ambientalisti una cura c'è e consiste nel bloccare immediatamente i pompaggi delle acque compiuti da Dolomiti Edison Energy. Una posizione condivisa dal sindaco di Baselga, Alessandro Santuari, che è anche ingegnere ambientale e conosce molto bene il "quadro clinico" in cui versa il lago simbolo dell'altopiano di Piné (testo e videoservizio di Luca Marognoli). Guarda anche I VIDEO sulla preoccupazione di esercenti e residenti (qui il servizio) e del turista romano che da 72 anni "prenota" ogni estate il pontile del Lido per le sue vacanze (qui l'intervista)