Video

locale

Sgarbi: «Se va giù il Posta a Dobbiaco denuncio Kompatscher»

«Se c'è un De Chirico del 1920, che ha l’età dell'hotel, che faccio? Lo distruggo solo perché non è vincolato?». Vittorio Sgarbi scende in campo per l'hotel Posta di Dobbiaco e la tutela, in generale, di un bene del Novecento, e lo fa alla sua maniera, puntando il dito contro tutti. «Lo buttano giù? E allora vuol dire che non esiste più lo Stato, non esiste più la Provincia autonoma, è sparita la Sovrintendenza, l'assessore Bessone pensa solo a quello che è suo...». Prende fiato e poi affonda il finale: «Soprattutto: caro Kompatscher devi darti una svegliata. Ma dartela presto»

locale

Trento, i lavoratori dello spettacolo manifestano contro il Dpcm

Artisti, scenografi, danzatori, musicisti, attori e registi, tecnici, cantanti, presentatori, disc-jockey, tecnici, si sono ritrovati a Trento, davanti al Commissariato del governo, per chiedere misure di sostegno per affrontare quella che per loro è a tutti gli effetti un'emergenza lavorativa. La mobilitazione, organizzata da Slc Cgil del Trentino, ha visto la partecipazione di un numero molto ampio di maestranze dei diversi ambiti (video Panato)

locale

Non vuole indossare la mascherina: rissa in aereo

Scoppia la rissa, e non è la prima volta, a bordo di un aereo perché uno dei passeggeri si rifiuta di indossare la mascherina, come previsto dai protocolli di sicurezza. È successo negli Stati Uniti, su un volo interno dall’Arizona allo Utah. Di fronte al secco rifiuto dell’uomo di indossare la mascherina, sono intervenuti un altro passeggero, per nulla intenzionato a tollerare la cosa, e il personale di bordo. Ed è finita in rissa.

locale

La magia della neve sulle Dolomiti

Un bell’assaggio di inverno quando ancora erano freschi i ricordi dell’estate: la perturbazione dei giorni scorsi ha imbiancato le nostre montagne, regalandoci scorci ed atmosfere emozionanti. Sulle Dolomiti sono caduti fino a 50 cm di neve, che fanno ben sperare per l’avvio della stagione invernale.

locale

Uganda, spopola il video dei bimbi che ballano Jerusalema

Sta spopolando sul web il video dell’associazione Masaka Kids Africana, una organizzazione che si occupa della formazione e dell’educazione infantile in Uganda, dove ci sono oltre 2,4 milioni di bambini orfani, a causa di Aids, carestie e decenni di conflitti interni. L’associazione raccoglie donazioni in tutto il mondo, anche postando dei video con gli alunni che ballano. Questa è stata la volta del celebre brano “Jerusalema”, del produttore africano Master Kg.