Gli applausi di Mattarella per la canzone antirazzista dei bimbi trentini

Oggi a L’Aquila circa mille studenti in rappresentanza di 350 istituti di tutta Italia hanno salutato il ritorno tra i banchi. All’evento, in diretta su RaiUno, anche 27 studenti delle scuole Schmid di Trento accompagnati da tre docenti e dalla dirigente dell’Istituo comprensivo Trento 6 Paola Pasqualin. I bambini si sono esibiti nella canzone “L’Altalena”. "E' diventata una colonna sonora che cantano tutti gli scolari da nord a sud", ha detto la presentatrice Francesca Fialdini (video tratto da Rai Play). LEGGI ANCHE: Quando finì nel mirino dell'assessore Bisesti

Video

locale

Affrontare le difficoltà con il sorriso, ecco la coreografia delle ragazze dell'associazione Chorėgraphique

Le ragazze dell'associazione Chorėgraphique di Trento ci raccontano con questo video come l'arte e lo sport non si fermino nonostante questo periodo difficile, anzi ci diano la forza e la positività per affrontarlo e superarlo con il sorriso. Il video è stato interamente coreografato e realizzato da 7 allieve di 11-12 anni ed è candidato per il concorso Dance Video Contest, Sprint Edition 3.0

locale

Coronavirus, non si ferma al posto di blocco, ma poi si pente e torna indietro

L'episodio è avvenuto sul ponte di Siror ed il video è stato condiviso da molti utenti su Facebook. Ecco il commento del governatore Fugatti: "Ieri sul ponte di Siror, scendendo da San Martino di Castrozza, un motociclista non si è fermato a un posto di blocco della guardia forestale. Dopo il giovane si è pentito, è tornato indietro ed è stato identificato e sanzionato. Un altro, sempre nello steso punto, viene bloccato in extremis. Lo so che è difficile, ma ne va del bene di tutti. STATE A CASA!"

locale

Coronavirus, un grazie speciale dagli studenti del corso di laurea in infermieristica

"L'assistenza è un'arte" e "richiede una devozione totale". Inizia così il video realizzato dagli studenti del terzo anno del corso di laurea in infermieristica di Trento, che ringraziano, con parole semplici, ma che vanno dritte al cuore, tutti coloro i quali, in questo periodo di emergenza sanitaria, stanno dedicando il loro tempo e la loro vita al sostegno, alla cura, all'ascolto