Fiamme al "Brione Green Resort" di Riva il giorno prima della riapertura

Incendio al "Brione Green Resort" di viale Rovereto 75 a Riva del Garda. Le fiamme sono partite dall'appartamento del proprietario, Carlo Modena, già presidente dell'Azienda Autonoma di Soggiorno e del Palazzo dei Congressi di Riva. Danni anche nelle stanze del'albergo, che avrebbe aperto domani mattina dopo i mesi di lockdown per Covid - 19. Non ci sono persone ferite, solo danni strutturali, sul posto vigili del fuoco di Riva Arco, polizia di Stato e carabinieri

Video

locale

Dalla Val Senales uno sguardo verso il Similaun, nasce la piattaforma panoramica Iceman Ötzi Peak

Sul ghiacciaio della val Senales è stata inaugurata la piattaforma panoramica "Iceman Ötzi Peak 3.251 m". E' stata allestita sulla cima Grawand, ora facilmente raggiungibile dalla stazione a monte della funivia. Da qui i visitatori godono di una vista panoramica sulle numerose vette oltre i tremila metri della zona. La piattaforma è una della più alte d'Europa. Su una superfice di 70 metri quadrati è stata posizionata una feritoia che rivolge lo sguardo dei visitatori verso il Similaun, ai cui piedi nel 1991, fu scoperta Ötzi, la famosa mummia del ghiaccio. Da qui il nome dell'opera. 

locale

Terribile incidente sul Passo Gardena, dietro la curva c'è un'auto ferma ed il motociclista ci finisce sotto

Spaventoso incidente sulla strada che dal Passo Gardena porta a Selva nell'ultimo fine settimana. Un motociclista, immediatamente dopo una curva, si è trovato davanti un'auto ed un autobus fermi, non riuscendo ad evitarli. Il centauro ha perso il controllo della sua due ruote, che è andata a schiantarsi contro il guardrail, mentre lui è finito sotto la macchina, rompendosi una gamba. IMMAGINI NON ADATTE AD UN PUBBLICO FACILMENTE IMPRESSIONABILE

locale

Fugatti: "Il tema dell'abbattimento non si pone se non succedono fatti particolari: cerchiamo un'area adatta per l'orso fuori dal Trentino"

Il presidente della Provincia di Trento ha informato sui colloqui con il ministro Costa e coi sindaci del territorio locale, ricordando come sia ancora valida l'ordinanza del luglio del 2019 che prevede l'abbattimento dell'orso solo in caso di "gravi fatti sopravvenuti". "L’obiettivo dichiarato del governo provinciale - ha dichiarato Fugatti - è rilanciare le interlocuzioni necessarie per individuare aree idonee - fuori provincia o all’estero - ad ospitare adeguatamente l’orso in questione, un passo utile anche in considerazione dell’oggettivo sovraffollamento di plantigradi nel territorio trentino" (video Daniele Panato)