Calliano, le incredibili acrobazie dell'orso che salta dal balcone

Ecco il video postato su Facebook dalla consigliera provinciale della Lega Mara Dalzocchio martedì 5 maggio, attorno alle 23.30. Commento: "Calliano, poco fa un orso ha fatto la sua apparizione in centro storico"

Video

"Restrizioni anti-Covid al Brennero, metodi inaccettabili"

Intervista a Vanessa Masè, consigliera regionale de La Civica, sulla situazione del blocco anti-Covid attuato dall'Austria al confine del Brennero: "Una simile decisione ha comportato gravi ripercussioni su tutto il mondo dell'economia. Quella del Tirolo è una vera e propria concorrenza sleale" (intervista di Nicola Marchesoni)

San Genesio, strada chiusa dopo lo schianto mortale

Incidente mortale nella serata tra Bolzano e San Genesio. Un uomo di 36 anni ha perso la vita andando a sbattere con la sua auto contro il muro a bordo strada. Sul posto i Vigili del fuoco di Bolzano e la Polizia locale oltre al personale sanitario della Croce Bianca ed il medico d'urgenza (video DLife)

Un anno di Covid in Alto Adige

Esattamente un anno fa il Covid è arrivato in Alto Adige. Il 23 febbraio 2020 le autorità austriache hanno bloccato al Brennero un treno proveniente da Venezia per due casi sospetti, il giorno seguente è stato accertato invece il primo caso in Alto Adige. Ecco i principali dati di un anno di pandemia in Provincia di Bolzano

Frana il cimitero di Camogli, 200 bare in mare

Lo smottamento ha distrutto e fatto scivolare in acqua anche due cappelle con le salme contenute all'interno. Il crollo sarebbe stato provocato dall'erosione della falesia sotto all'area cimiteriale, aggravata con ogni probabilità dalle violente mareggiate che hanno colpito la Liguria negli ultimi anni

Covid, mattinata di controlli a Merano

Sono scattate da questa mattina ulteriori restrizioni nei Comuni altoatesini interessati dalla variante sudafricana del Covid-19. A Merano controlli alle porte della città, per chi entra e per chi esce, con l'impiego delle forze dell'ordine (video Jimmy Milanese)

Il legale di Schwazer: «Liberato da un infame sospetto»

Il legale di Alex Schwazer, l’avvocato bolzanino Gerhard Brandstätter, racconta che il marciatore con la sentenza del gip di Bolzano si è “liberato da un infame sospetto”. Brandstätter si dice invece sorpreso dalla dura reazione della Wada. “Sarebbe arrivata l’ora di collaborare e trovare una soluzione per una vicenda che ha segnato una brutta pagina della storia dello sport”.

Con gli impianti chiusi, alla risalita ci pensa… il gatto!

Sta facendo scalpore, in rete, il video girato da un escursionista ceco, Václav Brynda, che ha assistito a quella che lui stesso definisce una scena da manicomio: lungo una pista da sci in Repubblica Ceca, un gatto delle nevi risale il ripido pendio trascinando dietro di sé decine di sciatori. Non il massimo della sicurezza, né per quanto riguarda le norme anti-assembramento per Covid né per le normali norme di sicurezza in pista.

Posta il video con le sue reazioni ai test di gravidanza, fino alla gioia finale

È stato un viaggio lungo, difficile, a volte doloroso, ma con un bellissimo “happy end”. Lo ha documentato, con un video toccante nella sua semplicità, una donna americana, Kara Burnett Giugliano. Kara ha postato un collage di immagini con le sue reazioni ai vari test di gravidanza. Ha iniziato a filmare quei momenti così intimi per serbare un ricordo di quello che, ogni volta, si aspettava essere un momento meraviglioso della sua vita. Tante delusioni e frustrazioni, fino alla gioia finale. Per questo Kara ha poi deciso di postare il video, per essere d’aiuto ad altre donne nella sua stessa situazione. Il risultato è veramente commovente.

Acqua bollente e freddo polare: ecco cosa succede

In un solo istante l’acqua bollente diventa una nuvola! L’esperimento è veramente curioso: lo ha effettuato, a Juneau, in Alaska, un meteorologo della locale sezione del National Weather Service. All’aperto, con una temperatura di circa 24 gradi sotto zero, ha gettato in aria una pentola di acqua bollente. Il raffreddamento e il fenomeno della condensazione sono di fatto immediati e l’acqua si trasforma in una nuvola prima di ricadere a terra.

Acqua bollente e freddo polare: ecco cosa succede

In un solo istante l’acqua bollente diventa una nuvola! L’esperimento è veramente curioso: lo ha effettuato, a Juneau, in Alaska, un meteorologo della locale sezione del National Weather Service. All’aperto, con una temperatura di circa 24 gradi sotto zero, il raffreddamento e il fenomeno della condensazione sono di fatto immediati

Ferro e il decalogo per i vaccini

Il direttore sanitario dell'Apss trentina, in qualità di presidente della Società d’Igiene, Medicina Preventiva e Sanità Pubblica (SitI), ha incontrato a Roma il Dr. Rezza, il prof. Brusaferro ed il Dr. Arcuri per un confronto sull’organizzazione della campagna vaccinale.

Party con 150 persone, irruzione della polizia: fuga e bottigliate

Erano in 150, con tanto di Dj: un party in piena regola, ma in realtà contro ogni regola del lockdown. Quando la polizia ha fatto irruzione, si è scatenato il panico e c'è perfino chi ha tentato di scappare passando per il tetto dell'edificio. Qualcuno invece se l’è presa con gli stessi poliziotti, prendendoli a bottigliate. È successo in un club di Birmingham. Decine di persone multate

Il centro vaccini a Trento Fiere ha iniziato l'attività

Il centro operativo per i vaccini organizzato nel complesso di Trento Fiere, a Trento, ha iniziato oggi la sua attività. Università e Apt di Trento hanno messo a disposizione un’area di oltre 800 metri quadrati, completa di servizi e parcheggio. Sono stati predisposti dei box e spazi, una decina, dove vengono effettuate le somministrazioni del vaccino, e una sala di attesa, dove gli anziani vaccinati possono attendere i canonici 20 minuti post iniezione, per verificare eventuali reazioni avverse.

Caso Benno, l'avvocato di Martina: «Resta indagata»

Federico Fava, legale dell'amica di Benno Neumair, conferma che la ragazza resta iscritta nel registro degli indagati. Si tratta di una conseguenza del fatto che la ragazza, la sera in cui Benno andò da lei, gli lavò i vestiti. Ma senza alcuna intenzione di occultare prove o indizi, sottolinea l’avvocato, aggiungendo che la ragazza, pur provata dal difficile momento, resta assolutamente tranquilla sulla sua posizione

Caso Benno, l'avvocato di Martina: «Resta indagata»

Federico Fava, legale dell'amica di Benno Neumair, conferma che la ragazza resta iscritta nel registro degli indagati. Si tratta di una conseguenza del fatto che la ragazza, la sera in cui Benno andò da lei, gli lavò i vestiti. Ma senza alcuna intenzione di occultare prove o indizi, sottolinea l’avvocato, aggiungendo che la ragazza, pur provata dal difficile momento, resta assolutamente tranquilla sulla sua posizione

Vermiglio, l'elicottero sorvola la frana

Sopralluogo tecnico, questa mattina, a Vermiglio, per verificare la situazione della frana che ieri mattina si è staccata, con un movimento di neve e sassi, nel canalino in località Cortina. Tre persone sono state costrette a lasciare la casa in attesa dei controlli sulla tenuta del versante.

Anche in val Sarentina si balla "Jerusalema"

Il challenge sulle note di Jerusalema continua a spopolare sui social, e la sfida è stata raccolta anche dai vigili del fuoco e dalla Croce Bianca di Sarentino. Per una volta, i volontari si sono ritrovati fianco a fianco non per affrontare un’emergenza, ma per… ballare. Dimostrando, anche in questo caso, grande affiatamento e spirito di squadra. Anche in val Sarentina si balla “Jerusalema”

Maltempo, il palaghiaccio di Vipiteno crolla sotto la neve

Nessun ferito ma danni enormi questa mattina a Vipiteno, dove è crollato il tetto del palaghiaccio. Il cedimento, avvenuto verso le ore 7, con ogni probabilità è stato causato dal peso della neve, che questo inverno sta cadendo abbondantemente, così anche in queste ore. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco per mettere in sicurezza la zona

Il Covid sui social: le voci dell'odio interpretate dagli attori del Teatro Stabile di Bolzano

Si chiama TrueFake ed è il risultato di un esperimento: da un'idea di Paolo Cagnan, alcuni attori del Teatro Stabile di Bolzano hanno letto i commenti degli hater apparsi sui social sotto alle notizie sul Covid. Renato Avallone, Marta Dalla Via, Ottavia Piccolo, Paolo Pierobon, Marco Ripoldi hanno risposto all'appello. E l'effetto è surreale (per gentile concessione del Mattino di Padova) 

La motoslitta investita dalla valanga: filma tutto fino all’impatto... poi riemerge

Sono immagini pazzesche quelle girate da un gruppo di sei ragazzi, nello stato americano dello Utah, durante un’escursione in motoslitta. Tutto ripreso in diretta, almeno fino al momento dell’impatto. Per fortuna, tutti e sei gli amici sono riusciti da soli a uscire dalla neve senza riportare ferite. Uno di loro, però, ci ha messo più di tre minuti e ha dovuto scavare un tunnel nella neve

Mostro di Merano, l'incubo 25 anni fa

L'8 febbraio del 1996 il serial killer di Merano colpì per la prima volta. La città termale visse un incubo lungo un mese. Di sera - mentre gli italiani erano seduti davanti alla tv per seguire il Festival di Sanremo, divisi tra sostenitori del duetto Ron-Tosca e di Elio e le Storie Tese - Ferdinand Gamper scese in città con un piccolo fucile da bracconiere ed uccise senza apparente motivo delle persone. Il pm, che all'epoca seguì il caso, fu Cuno Tarfusser, poi diventato procuratore di Bolzano e giudice della Corte penale internazionale dell'Aia. Le prime vittime di Gamper furono il banchiere tedesco Hans Otto Detmering e Clorinda Cecchetti, mentre camminavano in pieno centro storico, sulle Passeggiate d'Inverno. In un primo momento si pensò a un delitto passionale, ma poi il 14 febbraio Umberto Marchioro fu trovato morto nel cortile del suo modesto maso a Sinigo, alle porte di Merano. "Ero a cena a casa e arrivò la chiamata. Mi dissero di un morto, chiedendomi l'autorizzazione di rimuovere la salma", ricorda Tarfusser. "Chiesi se era ipotizzabile la responsabilità di terzi, cosa che mi venne esclusa, anche dal medico intervenuto sul posto", racconta l'attuale sostituto pg di Milano. "Solo il giorno dopo si sono accorti all'obitorio, che la salma aveva un foro in testa. L'indagine è perciò iniziata con 16 ore di ritardo. Se un omicidio viene confuso con una morte accidentale, l'indagine ovviamente parte in salita", commenta Tarfusser. Per quasi un mese Gamper tenne in ostaggio la cittadina di Merano, lasciando una lunga scia di sangue e di morte. Il primo marzo del 1996, dopo sei omicidi, il serial killer si suicidò nel suo maso, sopra Riffiano, ormai assediato dalle forze dell'ordine. Poco prima un barbiere lo aveva riconosciuto in base all'identikit. Tra le vittime ci fu anche il maresciallo dei carabinieri Guerrino Botte, intervenuto sul posto. Secondo Tarfusser, "è difficile dire, a 25 anni di distanza, se con i mezzi investigativi e scientifici di oggi si sarebbe potuto arrivare prima alla soluzione". Oggi ci sono telecamere e il tracciamento dei telefoni che possono dare una mano importante agli inquirenti. "Il caso - evidenzia - era difficile di suo perché non ci furono linee di contatto tra le varie vittime". Forse nella raccolta delle prove, come le tracce sui luoghi del delitto, oggi si sarebbe in grado di trovare qualche elemento in più, spiega il magistrato. Tarfusser non dimenticherà mai quei giorni, anche per "la pressione mediatica, ma anche della popolazione, che giustamente aveva paura. Eravamo davvero sotto grande stress per restituire il prima possibile serenità alla popolazione".

Il mostro di Merano: 6 persone uccise in un mese

L'8 febbraio del 1996 il serial killer di Merano colpì per la prima volta. La città termale visse un incubo lungo un mese. Di sera - mentre gli italiani erano seduti davanti alla tv per seguire il Festival di Sanremo, divisi tra sostenitori del duetto Ron-Tosca e di Elio e le Storie Tese - Ferdinand Gamper scese in città con un piccolo fucile da bracconiere ed uccise senza apparente motivo delle persone

La vicenda di Chico Forti

Oggi, 8 febbraio, Chico Forti compie 62 anni. Da 20 anni è in carcere negli Usa, ma prima di Natale c'è stata una svolta: il governatore della Florida ha dato il via libera al suo rimpatrio in Italia

Orsi in gabbia al Casteller, gli attivisti: "Questa struttura è un carcere"

Le immagini sono state diffuse in mattinata via mail e sui social dal Centro Sociale Bruno. "Alcuni attivisti – recita una nota del Centro sociale Bruno – sono riusciti a forzare il recinto esterno e documentare le condizioni di vita degli orsi rinchiusi, quegli orsi che la provincia di Trento ha giudicato problematici. Non serve spendere molte parole perché le immagini nella loro durezza parlano da sole: in barba alle tante definizioni di benessere e sostenibilità che quest’area si è data, il Casteller non è che un carcere"

Il gatto “Phil” vola dal tetto di lamiera

Nella cittadina americana di Joplin il gatto Phil ama scorrazzare nel vicinato, muovendosi a suo gradimento. Non ha però fatto i conti con il tetto di lamiera di un box, particolarmente insidioso. Rebecca Stratton lo ha filmato mentre vi si avventurava, finendo… di sotto. Ma per fortuna senza gravi conseguenze

Il corpo di Laura Perselli trovato un mese dopo la scomparsa

Il corpo di Laura Perselli è stato rinvenuto sabato 6 febbraio a Laghetti, nel comune di Egna, poco a nord del ponte di San Floriano, vicino all’argine sinistro dell’Adige. Markus Bertignoll, presidente vigili del fuoco volontari Bassa Atesina «L’avvistamento è stato fatto dal gruppo addetto al monitoraggio delle sponde: si trovava ad una profondità di un metro e mezzo. Il corpo era fermo in un’ansa dell’Adige»

Il crollo sulle bianche scogliere di Dover

L’erosione continua dovuta al mare e al vento mette a rischio le leggendarie bianche scogliere di Dover, nel sud dell’Inghilterra. Dave Waterfield, che stava navigando con la sua barca nelle acque antistanti, è riuscito a riprendere in diretta un grosso distacco di terra e roccia, precipitato in mare

In 134 secondi rubano bici per 50mila euro

Maxicolpo di una banda specializzata nel negozio “BiciMania” di Legnano: in meno di 3 minuti i 5 ladri hanno svuotato il negozio dopo aver sfondato l’ingresso principale con un furgone. Un bottino da 50mila euro. L’intera operazione è stata filmata dalle telecamere di sicurezza del negozio. Indagano i carabinieri di Legnano

In 134 secondi rubano bici per 50mila euro

Maxicolpo di una banda specializzata nel negozio “BiciMania” di Legnano: in meno di 3 minuti i 5 ladri hanno svuotato il negozio dopo aver sfondato l’ingresso principale con un furgone. Un bottino da 50mila euro. L’intera operazione è stata filmata dalle telecamere di sicurezza del negozio. Indagano i carabinieri di Legnano

«Treinta y tres trentinos entraron...»: il telecronista spagnolo è da urlo

Come afferma su Facebook “La Giornata Tipo”, quel telecronista «è il nostro nuovo idolo». Si tratta di Jose Manuel Puertas Garcia, telecronista spagnolo che martedì scorso ha raccontato agli appassionati di -basket la partita di Euro Cup tra l’Aquila Basket e Boulogne-Levallois, vinta dai trentini 67-57. Durante la diretta, in occasione di un time out, il telecronista ha snocciolato lo scioglilingua dei 33 trentini. Se lo era fatto insegnare, apprendiamo, da Laura Cristaldi e lo ha spiegato ai suoi compatrioti

I pompieri salvano il gregge dalle fiamme

I vigili del fuoco di Prato allo Stelvio e dei paesi vicini sono riusciti a salvare una trentina di capre che rischiavano di morire asfissiate o bruciate in una stalla in fiamme. Il rogo, violentissimo, ha distrutto stalla e fienile e ha tenuto al lavoro a lungo diversi corpi di pompieri

I pompieri salvano il gregge dalle fiamme

I vigili del fuoco di Prato allo Stelvio e dei paesi vicini sono riusciti a salvare una trentina di capre che rischiavano di morire asfissiate o bruciate in una stalla in fiamme. Il rogo, violentissimo, ha distrutto stalla e fienile e ha tenuto al lavoro a lungo diversi corpi di pompieri