I mondi di Gina, l'omaggio di Roma all'indimenticata Lollobrigida



ROMA - Fotografa, disegnatrice, scultrice, viaggiatrice e persino cantante: all'eclettico talento di Gina Lollobrigida, una delle più grandi attrici della storia del cinema italiano e internazionale, è dedicata la mostra 'I mondi di Gina', ideata e curata da Lucia Borgonzoni, sottosegretario alla Cultura, e Chiara Sbarigia, presidente di Cinecittà.
    L'esposizione, allestita a Palazzo Poli Istituto Centrale per la grafica dal 9 giugno all'8 ottobre, raccoglie oltre 120 immagini, due abiti e due costumi di scena che raccontano la vita e i tanti volti artistici dell'indimenticata Gina Lollobrigida. "Vogliamo rendere omaggio a tutti i 'mondi' di Gina - spiega Lucia Borgonzoni - non solo l'attrice, dunque, ma anche la fotografa, la scultrice, la viaggiatrice. È stata un simbolo di emancipazione e intraprendenza al femminile, una donna che attraverso l'arte si è saputa reinventare regalandosi nuove vite, che le hanno consentito di esprimersi a tutto tondo diventando una star internazionale. Insomma, una femminista ante litteram". "Vorrei essere ricordata soprattutto come artista e, perché no, anche come attrice"; era questo il pensiero della Lollo ed è proprio questa grande e versatile creatività che la mostra di Palazzo Poli vuole omaggiare. "La sua personalità fiera ed eclettica la rende una figura esemplare proprio nel senso letterale della parola, cioè meritevole di essere presa ad esempio - dice Chiara Sbarigia - perché Gina fu innanzitutto una donna contemporanea, dalle mille sfaccettature e dalla creatività inesauribile, che già al culmine del suo successo negli anni Sessanta, riprese la sua vena artistica e si volse alla fotografia, ricevendo molti premi e onorificenze. Ma al fondo delle diverse espressioni artistiche che coltivò, c'erano dei tratti comuni che le riconoscevano tutti quelli che hanno avuto l'onore e la fortuna di conoscerla, dei tratti caratteriali che lei conservò fino all'ultimo, e cioè una curiosità infinita e un grande entusiasmo". La vita, gli incontri e la carriera della 'diva eterna' sono nelle immagini provenienti da 47 fonti diversi: l'Archivio Luce-Cinecittà, il Centro Sperimentale di Cinematografia, il MuFoCo - Museo di Fotografia Contemporanea - e altri archivi. 
   









Scuola & Ricerca



In primo piano