Automobilismo

Trento-Bondone, Faggioli precede Merli in prova

Domenica (ore 10) la 67esima edizione della cronoscalata, valida quest'anno anche per il campionato europeo

TRENTO. Prove concluse alla 67esima Trento - Bondone, la gara organizzata dalla Scuderia Trentina che è sesto round di Campionato Italiano Velocità Montagna e Campionato Europeo della Montagna. Alle 10 di domenica 2 luglio scatterà la gara in salita unica sui 17,3 Km del lungo ed impegnativo tracciato che unisce Trento con Vason, in cima al Monte Bondone. Simone Faggioli ha firmato l’ipotetica pole position al volante della Norma M20 FC di gruppo E2SC con il tempo 9’18”38. Il fiorentino della Best Lap cerca il primato di vittorie al Bondone e lo spareggio nell’Europeo, per cui ha raccolto molti dati che adesso il team tradurrà in modifiche per agevolare al massimo l’ottimo rendimento della gomme Pirelli. Secondo ottimo riscontro per Christian Merli sulla Osella FA 30 Fortech, che ha confermato molte scelte fatte che hanno dato buon riscontro in prova sulla prototipo monoposto di gruppo E2SS. Un eccellente riscontro già in prova è arrivato per Luca Ligato, il calabrese della CST Sport che ha trovato delle regolazioni molto efficaci per l’Osella PA 21 EVO Honda di gruppo CN, con cui il 23enne di Reggio Calabria leader di categoria si è trovato decisamente a suo agio sul tracciato grazie anche ad un ottimo lavoro delle coperture Pirelli. Sfortuna in prova per Achille Lombardi con l’Osella PA 21 EVO, ammutolita in allineamento di partenza ed ora il lucano è al lavoro insieme alla NP Racing per risolvere il problema in vista della gara. Prove faticose per Francesco Leogrande che sulla Wolf GB 08 F1, ha apprezzato le evoluzioni del motore turbo da 1.6 cc, ma ancora con molte regolazioni d’assetto da ottimizzare per essere al top. Ottimo esordio sul “suo” Bondone al volante della Osella FA 30 Zytek per Diego Degasperi, con cui già in prova ha trovato un buon feeling, anche se costretto a gestire gomme e freni nell’ultimo tratto. Agile e concreto come sempre il veneto Federico Liber sulla Gloria C8P EVO, con cui si è prenotato per la classe 1.6 delle monoposto, come Giancarlo Graziosi sulla Tatuus per la classe 2000 E2SS. Ivan Pezzolla ha confermato tutte le scelte della vigilia per la scattante ed agile Osella PA 21 Jrb, la piccola biposto spinta da motore BMW da 1000 cc, che si è arrampicata molto bene sul Bondone, non soffrendo per nulla la lunghezza del tracciato e due doppiaggi effettuati dal fasanese.

In gruppo GT tutto da giocare in gara, con tempi soltanto relativi in prova, a causa di una interruzione. Marco Cristoforetti vorrà essere primo attore in casa al volante della generosa Porsche 997 GT3, ma il pugliese leader tricolore Lucio Peruggini sulla Ferrari 458 vuole il primato ed il pieno di punti. Ago della bilancia potrebbe essere l’altro pilota di casa  e pistard Giuseppe Ghezzi sulla Porsche 997.