ciclismo

Tre trentini scalano il podio della Firenze-Fiesole

Conci, Lucca e Baldo hanno conquistato il primo, il secondo e il terzo posto nella cronoscalata toscana

TRENTO. Primo, secondo e terzo posto. E’ tutto trentino il podio dell’edizione 2015 della cronoscalata Firenze-Fiesole, che ha avuto nel perginese Nicola Conci il proprio dominatore, capace di abbassare il record della manifestazione di ben 20 secondi. Il 18enne in forza al Team Lvf Abici, uno dei migliori talenti della categoria juniores a livello nazionale, ha preceduto gli altri due corridori lagarini dell’Ausonia Riccardo Lucca e Mattia Baldo, rispettivamente secondo e terzo, riuscendo così a migliorare il secondo posto conquistato nel 2014, quando fu costretto a inchinarsi di fronte al laziale Andrea Cacciotti (allora vittorioso con il tempo di 9’58”).

Conci ha coperto i 5 chilometri del percorso da via Volta a Firenze fino a Piazza Mino a Fiesole in 9’37”, abbassando di 31 secondi il tempo fatto registrare l’anno scorso e facendo segnare il nuovo record della manifestazione. Una prova maiuscola che lo ha visto staccare di venti secondi il suo tradizionale rivale, Riccardo Lucca, seguito in terza piazza da Mattia Baldo, sceso anche lui sotto il muro dei 10 minuti. Tre trentini, dunque, sui primi tre gradini del podio e per Conci è arrivato, così, il secondo successo di una stagione finora non troppo fortunata.

Ma il calendario estivo è quello che meglio si sposa con le caratteristiche del perginese, “grimpeur” doc e da sempre competitivo in certe condizioni. Il portacolori del Team Lvf Abici è atteso protagonista nella ricca seconda parte di stagionale, che affronterà con l’intenzione di riscattare anche la caduta ai Mondiali di Ponferrada dello scorso anno, mentre era in lotta per la conquista della maglia iridata.

ORDINE DI ARRIVO: 1. Nicola Conci (Team LVF Abici) Km 5, in 9’37”, media Km 31,196; 2. Riccardo Lucca (Ausonia Pescantina) 9’57”; 3. Mattia Baldo (Ausonia Pescantina) in 9’59”; 4. Gianni Pugi (New Project) 10’10”; 5. Paolo Baccio (Forno Pioppi Pippo Caruso) 10’19”. (l.f.)