serie c

Trasferta incubo per il Trento: rimontato e sconfitto dalla Giana Erminio

I gialloblù, subito in gol con Obaretin, si sono fatti agguantare e poi superare dal bomber Fumagalli



TRENTO. Non riesce al Trento di rimettersi in piedi dopo la sconfitta subita una settimana fa, in casa, per mano dell’AlbinoLeffe. Sul campo di Gorgonzola, città metropolitana di Milano, i gialloblù hanno subito la rimonta dei padroni di casa della Giana Erminio.

La fiammata iniziale dei trentini, culminata nel gol segnato dopo appena due minuti di gioco da Obaretin, bravo a finalizzare in rete una lunga azione in attacco, non è servita a regalare al Trento la vittoria. Il vantaggio ospite, infatti, è durato una manciata di minuti, neutralizzato da Fumagalli al 5° di gioco: non contento, il bomber di casa si è concesso pure il lusso della doppietta, segnando al 73’ la rete che ha condannato il Trento alla sconfitta. 

Gli uomini di mister Tedino, sull’1 pari, hanno provato a tornare avanti nel punteggio, dando vita a un paio di buone occasioni, ma con scarsa vena e poca fortuna. I milanesi hanno avuto vita facile ad agguantare l’inerzia dell’incontro, aspettando il momento giusto per sferrare il colpo del ko, che puntualmente è arrivato a un quarto d’ora dalla fine.

Nel finale di partita nervi tesi e schemi saltati hanno fatto la felicità dei lombardi.













Scuola & Ricerca

In primo piano

il caso

Il ministro Nordio: «Chico Forti, lavoriamo per il suo ritorno in Italia il prima possibile»

Il Guardasigilli: «Atteso traguardo di consentirgli di scontare la pena nel suo Paese e vicino suoi affetti» (nella foto Chico con lo zio Gianni Forti)

IL PRECEDENTE Nordio: "Gli Usa non dimenticano il caso Baraldini"
COMPLEANNO Chico Forti, 64 anni festeggiati in carcere: "Grazie a chi mi è vicino" 
IL FRATELLO DELLA VITTIMA Bradley Pike: "E' innocente"

CASO IN TV La storia di Chico in onda negli Usa sulla Cbs