Tennis

Sinner, “Uno è un gran bel numero, ma devo migliorare sempre”: il prossimo turno sarà contro Marozsan

Il commento sul punto show, un passante in tuffo, con capriola annessa e il prossimo avversario: vittoria sofferta all’esordio da numero uno al mondo per l’altoatesino



ROMA. "Certo, uno è un gran bel numero, però io devo sempre migliorare. Sono tornato qui dopo cinque anni, da quando ragazzino avevo giocato le qualificazioni. Sono contento di come sono riuscito a rimanere in campo, di giocare senza sentire dolore".

Così Jannik Sinner si gode la vittoria ad Halle nel giorno del suo esordio in campo da numero 1 del tennis mondiale: l'azzurro ha dovuto faticare contro l'olandese Griekspoor. “Ero avanti 5-1 nel tie-break del primo set ma lui può giocare davvero bene su questa superficie. Nel secondo set sono stato 0-40 sul mio servizio e da lì ho cercato di ritrovare fiducia e ci sono riuscito. Penso di aver mostrato un bel tennis oggi”, ha commentato Jannik.

Sinner ha commentato anche il punto show, gamechanger: un passante in tuffo, con capriola, dopo il nastro colpito dall’avversario, proprio sulla palla break a favore dell’azzurro: "Il punto del break? Beh, io stavo correndo verso la mia sinistra, ho visto la deviazione del nastro che ha rimesso la palla in gioco, non so esattamente come ma ce l'ho fatta. Bel tuffo e bel punto! Ed è stato quello che mi ha dato la confidenza necessaria, la spinta: mi ha fatto capire che se continuavo a lottare su ogni punto, come ci ero riuscito una volta potevo farlo anche altre volte. Lui comunque si è dimostrato un giocatore incredibile: sono molto contento di essere arrivato al secondo turno".

Proprio nel secondo turno troverà l'ungherese Fabian Marozsan, numero 45 ATP: tra l'azzurro ed il 24enne di Budapest non ci sono precedenti.













Scuola & Ricerca

In primo piano