Itas, ostacolo Piacenza  Fermo ai box l’ex Nelli 

Volley SuperLega. La neopromossa, un po’ come Verona, punta alle prime posizioni della classifica, ma si presenta alla Blm Group Arena senza l’opposto cresciuto in Trentino Volley



Trento. SuperLega subito in campo per il quinto turno di regular season, il primo integralmente in infrasettimanale. L’Itas Trentino sarà di nuovo protagonista di un incontro casalingo: stasera alla Blm Group Arena i campioni del mondo riceveranno la visita della Gas Sales Piacenza (ore 20.30, diretta su Radio Dolomiti). A quattro giorni dal derby dell’Adige, i gialloblù affrontano un’altra squadra ambiziosa che, al pari di Verona, punta a scalare le tradizionali gerarchie del campionato.

La parole di Lorenzetti

«Mi aspetto una partita difficile come quella che abbiamo appena giocato contro la Calzedonia – ha detto l’allenatore Angelo Lorenzetti -. Come Verona, Piacenza è infatti una squadra che sbaglia poco e che nelle azioni lunghe si esalta. Dobbiamo perciò farci trovare pronti per una sfida che presenterà insidie, che dovremo essere bravi a superare per portare a casa un’altra vittoria. Il successo ovviamente dà gusto, ma in questo periodo conta anche il modo in cui arriva e soprattutto la capacità di accettare i propri limiti e riuscire a superarli, anche soffrendo».

Il tecnico marchigiano può disporre di tutti i tredici effettivi della rosa, che scnderà in campo anche quest’oggi per una rifinitura.

Qui Gas Sales Piacenza

Il successo al tie break contro Vibo Valentia di domenica sera al PalaBanca ha consegnato la prima vittoria stagionale alla Gas Sales Piacenza, società differente da quella che in passato aveva vinto lo scudetto 2009 a Trento ma che di fatto ne ha raccolto pienamente l’eredità. Partito dalla Serie A2 nella passata stagione e raccolta subito la promozione in SuperLega, il club biancorosso non nasconde le proprie velleità di alta classifica, che ha fatto immediatamente capire di avere già durante l’estate in sede di mercato. In Emilia sono infatti arrivati giocatori di livello assoluto come i centrali serbi Krsmanovic e Stankovic, lo schiacciatore italo-olandese Kooy, l’ex posto 4 di Perugia Berger, il palleggiatore argentino Cavanna (in Italia già a Ravenna) e soprattutto l’opposto Nelli. Il martello toscano cresciuto nel settore giovanile di Trentino Volley e prestato per una stagione alla Gas Sales rischia però di non essere fra i protagonisti del match da fresco ex di turno a causa di un problema accusato al ginocchio sinistro durante la sfida con la Tonno Callipo. Al suo posto dovrebbe quindi giocare Fei.

Il confronto fra Trento e Piacenza torna in cartello nel massimo campionato italiano dopo una sola stagione di assenza. Con il match di mercoledì diventeranno 55 le partite disputate fra le squadre delle due città: il bilancio è favorevole a Trentino Volley per 36-18, soprattutto grazie a venti vittorie negli ultimi 25 scontri diretti. La Blm Group Arena negli ultimi dieci anni è risultata sempre un fortino inespugnabile per gli emiliani.

L’ultima sconfitta fu scudetto

Per trovare un successo esterno nell’impianto di via Fersina di Piacenza bisogna addirittura tornare al 17 maggio 2009 (3-2 in gara 5 di finale playoff, con conseguente vittoria dello scudetto). Complessivamente, Trento ha vinto 24 dei 30 precedenti ufficiali disputati contro Piacenza fra le mura amiche; l’ultimo, l’11 febbraio 2018 (affermazione per 3-0 in una partita di regular season).

L’incontro sarà diretto da Umberto Zanussi e Giuseppe Curto. La gara sarà raccontata in cronaca diretta ed integrale da Radio Dolomiti. Prevista anche la diretta in streaming video sullo spazio web “Lega Volley Channel”, all’indirizzo internet www.elevensports.it (servizio a pagamento).

















Cronaca







Dillo al Trentino