la minaccia

In partenza per Folgaria, trova due teste di maiale mozzate: minacciato il presidente del Lecce

Le intimidazioni giunte stamattina (12 luglio) all’avvocato Saverio Sticchi Damiani. Doveva raggiungere la sua squadra che si trova sull’altopiano per il ritiro estivo



FOLGARIA. Due teste di maiale mozzate con intento intimidatorio, accompagnate da un biglietto di minacce. È quanto successo stamattina (12 luglio) all'avvocato e presidente del Unione Sportiva Lecce calcio, Saverio Sticchi Damiani.

Avvolta in una busta di plastica, una testa era appesa all'esterno del portone d'ingresso del suo studio legale, corredata anche da un biglietto intimidatorio, mentre l'altra è stata trovata dinanzi al portone dell'abitazione di Sticchi Damiani nel centro storico di Lecce.

Il legale ha sporto denuncia e la Digos sta indagando e acquisendo i filmati delle telecamere di sicurezza delle due zone. Sul caso indagano i carabinieri e la polizia, al lavoro anche per stabilire se l'episodio di queste ore sia collegato o meno a un altro che, nello scorso maggio, aveva interessato la società giallorossa.

Sticchi Damiani era in partenza per Folgaria, dove gli atleti della società sono in ritiro fino al 15 luglio in attesa di affrontare il ritorno in serie A.

Mercoledì 13 luglio, alle ore 17.30, è prevista l’ultima amichevole del ritiro. A Bressanone, il Lecce affronterà infatti i ragazzi tedeschi del Bochum, che milita in Bundesleague.

















Cronaca







Dillo al Trentino