Il trittico: con la Charly Gaul cronometro e Moserissima

Trento. “La Leggendaria Charly Gaul – UCI Gran Fondo World Series”, un nome una garanzia nel panorama ciclistico internazionale. La tappa di qualificazione ai campionati del mondo amatori e master...

Trento. “La Leggendaria Charly Gaul – UCI Gran Fondo World Series”, un nome una garanzia nel panorama ciclistico internazionale. La tappa di qualificazione ai campionati del mondo amatori e master andrà in scena domenica 14 luglio, anticipata dalla cronometro in Valle dei Laghi, anch’essa tappa UCI Gran Fondo World Series, e dalla ciclostorica “La Moserissima”, rispettivamente venerdì 12 e sabato 13 luglio. Il trittico ciclistico avrà una protagonista assoluta, e sarà la città di Trento, esaltata dalle competizioni ciclistiche e dal comitato organizzatore di ASD Charly Gaul Internazionale e APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi.

Due i percorsi della sfida principale, di 141 km con 4000 metri di dislivello giungendo in località Vason, mentre il secondo è decisamente più abbordabile e alla portata dei meno allenati, i quali potranno divertirsi lungo i 57 km e 2000 metri di dislivello, ma è bene presentarsi ai nastri di partenza in buone condizioni di forma. E tra i concorrenti mediofondo ci sarà Cristian Zorzi, il fondista olimpico da sempre appassionato di bicicletta.

Sabato la Moserissima

Andando a ritroso nel trittico ciclistico trentino, prima della 14esima edizione vi sarà la quinta “Moserissima”, pronta a prendere una boccata d’aria e a fare un tuffo nel passato assieme ad alcuni fra i più grandi corridori della storia. Alcuni hanno già dato conferma, altre sorprese arriveranno, con la possibilità di avere al via anche Mario Cipollini. In attesa della conferma del “Re Leone”, lo “Sceriffo” Moser presenta un parterre da far invidia con in sella anche il figlio Ignazio e la fidanzata Cecilia Rodriguez. Sulle biciclette di annata precedente il 1987 per andare alla scoperta del tracciato di 65 km verso le cantine Cavit e Moser, saliranno in sella l’argento mondiale Gianbattista Baronchelli, vincitore di due Giri di Lombardia, un Giro del Piemonte, sei Giri dell'Appennino consecutivi e cinque tappe al Giro d’Italia, Renato Laghi, Mario Beccia, Roberto Poggiali, spalla perfetta di grandissimi campioni quali Felice Gimondi, Vito Taccone, Francesco Moser, Ercole Baldini e Gastone Nencini.

Si comincia con la cronometro

A completare il programma ci penserà la Cronometro di Cavedine, dove dalla pedana del borgo trentino partiranno cronomen e cronowomen, alla volta di un percorso di 24 km e 442 metri di dislivello fra i bacini acquiferi e gli scenari incontaminati della bella vallata di Cavedine.