Ciclismo 

Giro del Delfinato, vittoria di Bennett

Trento. Come da pronostico, è andata all’irlandese della Bora Hansgrohe Sam Bennett la terza tappa del Criterium del Delfinato, disputata sotto la pioggia e con temperature tutt’altro che estive....

Trento. Come da pronostico, è andata all’irlandese della Bora Hansgrohe Sam Bennett la terza tappa del Criterium del Delfinato, disputata sotto la pioggia e con temperature tutt’altro che estive. Bennett ha vinto in maniera netta lo sprint di gruppo andato in scena sul traguardo di Riom, dopo 177 chilometri di corsa, e si è addirittura potuto concedere il lusso di smettere di pedalare prima di tagliare il traguardo. Secondo posto per Wout Van Aert (Jumbo-Visma), con Davide Ballerini (Astana) terzo davanti a Venturini (Ag2r), Theuns (Trek) e Boasson Hagen (Dimension Data).

Il lavoro di Benedetti

Nel successo di Bennett c’è anche la mano di Cesare Benedetti, che si è confermato pedina fondamentale per la squadra. Dopo aver lavorato al Giro d’Italia per lo sprinter Patrick Ackermann e per il capitano Rafal Majka, riuscendo anche a conquistare una splendida vittoria di tappa a Pinerolo, il grestano ieri si è messo in testa al gruppo a fare l’andatura nel momento caldo della corsa. Il suo lavoro è stato fondamentale per annullare la fuga a due di Quentin Pacher (Vital Concept) e Natnael Berhane (Cofidis), ripresi a una decina di chilometri dall’arrivo.

Invariata la classifica generale, comandata da Dylan Teuns (Bahrain Merida) con 3” di vantaggio su Guillaume Martin (Wanty) e 20” sulla coppia dell’Astana composta da Lutsenko e Fuglsang.

Oggi è in programma una frazione a cronometro di 26,1 km con partenza e arrivo a Roanne. L.F.