SPORT

Ciclismo, Europei su strada di Trento posticipati al 2021

Si dovevano disputare a settembre. Si studia una nuova collocazione 

ROMA. L'Unione Europea di ciclismo (UEC), d'accordo con le autorità locali, ha deciso di spostare al prossimo anno i Campionati europei di ciclismo su strada che si sarebbero dovuti disputare a Trento dal 9 al 13 settembre prossimi. «Nella complicatissima situazione che si è venuta a creare, a seguito della pandemia - spiega Maurizio Rossini, ceo di Trentino Marketing - siamo soddisfatti per avere trovato una soluzione che mette tutti d'accordo e ci consente di preparare l'evento nel modo migliore, garantendone il massimo risultato tecnico e promozionale».

La manifestazione si disputerà nella prima metà di settembre, anche se le date definitive - sulla base delle due opzioni richieste dagli organizzatori, 1-5 settembre o 8-12 settembre 2021 - saranno definite dalla Unione Ciclistica Internazionale (UCI) quando verrà ufficializzato il calendario della prossima stagione. «Siamo arrivati alla scelta migliore - il commento di Elda Verones, direttrice dell'APT di Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi - trovando il massimo consenso da parte della città e delle istituzioni». Alla luce della nuova disposizione, la UEC sta lavorando con l'UCI e le Federazioni nazionali per valutare l'eventuale collocazione dell'Europeo 2020 in un'altra sede.