Al «trofeo Panarotta» vincono Baldessari e Carlin

PANAROTTA. Al Forte Busa Granda, nuovo traguardo del trofeo Panarotta, arrivano per primi Francesco Baldessari (Trento) e Monica Carlin (Valsugana). Questa 28esima edizione della gara di corsa in...

PANAROTTA. Al Forte Busa Granda, nuovo traguardo del trofeo Panarotta, arrivano per primi Francesco Baldessari (Trento) e Monica Carlin (Valsugana). Questa 28esima edizione della gara di corsa in montagna valevole come settima prova del circuito «Montagne Trentine» è stata contraddistinta dal nuovo percorso con un suggestivo passaggio. Molto suggestivo all'interno di una trincea e l'arrivo appunto al forte Busa Granda, dal quale gli scalatori della corsa hanno potuto godere di uno stupendo panorama su tutta l'alta Valsugana e in particolare sui laghi di Levico e Caldonazzo. Nonostante questo, le gare concomitanti hanno fatto sì che ai nastri di partenza si siano presentati soltanto una settantina di atleti. Nella gara lunga, con partenza da località Assizzi e riservata alle categorie under 60, Baldessari si è presentato al forte dopo 44'35" davanti a Gianluca Genuin (Stella Alpina), primo nella categoria master 35, in 44'51". Terzo posto per Lorenzo Turrini (Valchiese) 45'40", primo tra le promesse. Assenti tutti i primi della classifica generale, da Enrico Cozzini alla coppia targata Lagarina Crus Davide Parisi e Sebastiano Bisesti. Ne ha approfittato il quarto della graduatoria, Giuliano Moser tesserato per la Clarina, che ha agganciato al terzo posto proprio Bisesti a 135 punti. Rimane quasi invariata la sfida tra gli atleti della categoria promesse con Lorenzo Turrini (Valchiese) che guadagna un punticino su Mirko Ferrandi (Loppio). Nella gara corta, riservata alle categorie femminili e over 60, il primo a tagliare il traguardo è stato Carlo Benigni (Fraveggio, master 60) con il tempo di 31'54". Tra le donne vince invece Monica Carlin (master 45), portacolori della società organizzatrice della manifestazione, con il tempo di 32'36", seconda Mara Battisti (Valle di Cembra) in 34'51" e prima nella categoria master 40, terza Cristina Tenaglia (Atletica Trento) 35'56". Anche in questo caso tutto è rimasto invariato nella graduatoria generale con le leader delle classifiche Anna Zambanini, Caterina Mattei e Marianna Tavonatti tutte assenti. Prossimo appuntamento con le «Montagne Trentine», il penultimo della rassegna, sul monte Bondone con il Giro delle Viote. Nella stessa giornata di ieri si è svolto anche la Monte Orno Trail, gara di 20 chilometri sempre con con partenza da località Assizzi ma arrivo a Vignola Falesina. Successo per Matteo Odorizzi in 1h38'22" davanti a Mattia Eccher 1h42'33" e a Edi Agostini 1h43'44". Tra le donne la migliore è Gemma Visentin in 2h17'44", Melissa Belluzzo è seconda con il tempo di 2h50'36", completa il podio Eliana Ravagni in 2h50'39". La gara era valevole come terza prova del circuito «Trail Montagne Trentine», novità inserita quest'anno nel circuito visto il boom che stanno vivendo le gare di corsa in montagna su lunghe distanze. (pa.t.)