L’escursione

Donne di Montagna, una ciaspolata tra storia e panorami mozzafiato

Da Base Tuono fin sul Monte Maggio, sull'Alpe Cimbra, un giro di sette chilometri nella neve per ammirare una vista magnifica



TRENTO. Alpe Cimbra, paradiso delle ciaspole. Oggi le Donne di Montagna ci portano sul Monte Maggio partendo da Base Tuono, situata nei pressi di Passo Coe, per un'escursione con le racchette da neve, tra storia e panorami a 360 gradi.

Tutta la zona dell'Alpe Cimbra è un vero paradiso per le ciaspole: grandi alpeggi con boschi che si alternano a pascoli ben soleggiati. La maggior parte delle cime sono raggiungibili senza eccessivo impegno.

Il trekking che ci propongono oggi le Donne di Montagna, bellissimo anche d'estate, attraversa luoghi storici.

Base Tuono è, infatti, uno dei simboli della Guerra Fredda in Italia, si tratta di una ex-base missilistica dell'aeronautica militare italiana e della Nato, oggi museo. Base Tuono è il punto di partenza di questa escursione: bisogna parcheggiare qui per iniziare la gita.

Trekking e storia con le Donne di Montagna, tra Base tuono e il Monte Maggio

Oggi le #DonnediMontagna ci portano sul Monte Maggio partendo da Base Tuono, ex-base missilistica dell'aeronautica militare italiana e della Nato e oggi museo, a Passo Coe, per un'escursione con le racchette da neve, tra storia e panorami a 360 gradi.

La meta è il Monte Maggio, a quota 1850 metri, che fu teatro di aspri combattimenti durante la Prima Guerra Mondiale, perché situato esattamente sul confine tra il Regno d'Italia e l'Impero austro-ungarico.

Bisogna segnalare che non troverete molte indicazioni lungo il percorso e si dovrà evitare la pista da sci di fondo. Per arrivare in vetta, si dovranno seguire le tracce degli escursionisti che sono passati in precedenza. In totale i metri di dislivello sono 350 e i km 7.

Una volta in vetta, dove è presenta un’enorme croce metallica, si può ammirare un panorama magnifico, con una vista a 360° su tutta l'Alpe Cimbra, le Dolomiti di Brenta, le Pale di San Martino e la Marmolada, oltre che Asiago e il Monte Grappa.

In vetta arriva anche il Sentiero della Pace che collega il Passo Coe con il Passo della Borcola e che coincide, in questo tratto, con il sentiero europeo E5.

Le ragazze, rientrate al parcheggio per l'ora di pranzo, hanno deciso di fermarsi al Passo Coe, per un pasto in compagnia a base di piatti tipici trentini.















Cronaca









Dillo al Trentino