Studenti

Il piano: a maggio anche in Trentino gli istituti superiori al 100% in presenza

Il governo sta lavorando per cancellare la Dad a chi è in zona gialla o anche in zona arancione

TRENTO. Scuole superiori in presenza al 100% a maggio in zona gialla e arancione, parallelamente alla riapertura di altre attività nel Paese. E' questa l'ipotesi a cui sta lavorando il Governo, in vista del prossimo decreto. Già attivati i tavoli prefettizi nelle varie città che stanno lavorando per organizzare il Trasporto pubblico locale nei vari territori per evitare che ci possano essere assembramenti all’interno degli autobus e dei treni.

In questo modo, quindi, nell'ultimo mese di scuola tornerebbero in presenza tutti gli 8,5 milioni di studenti italiani compresi dunque gli studenti trentini.

Al momento 6,6 milioni frequentano in presenza, circa 2 milioni a distanza. Il decreto legge valido fino al 30 aprile, per la scuola ha previsto che le scuole infanzia, primaria, e il primo anno delle scuole medie siano in presenza in tutto il territorio nazionale.

Le classi seconde e terze medie sono in presenza al 100% nelle aree arancioni e gialle. Le classi seconde e terze medie in area rossa fanno scuola a distanza. Le superiori sono in Dad al 100% in area rossa; frequentano con percentuali tra il 50 e il 100% in area arancione.

Da maggio, quando anche i numeri dovrebbero indicare per il Trentino una zona gialla o al massimo una zona arancione, gli studenti dovrebbero frequentare tutti in presenza.