scuola

Il coro "Pioggia di note" delle Bresadola trionfa nel concorso nazionale "Scuole in musica": «La nostra gioia per ripartire»

Primo premio assoluto nella categoria riservata alle scuole secondarie di primo grado, con il punteggio di 98 punti su 100 e l’encomio della giuria


di Fabio Peterlongo


TRENTO. Primo premio assoluto al concorso nazionale "Scuole in musica" per il coro "Pioggia di note" dell'Istituto Comprensivo Trento 5, le "Bresadola". Grande soddisfazione per i ventisette alunni (maschi e femmine insieme) che hanno convinto la giuria grazie alla loro interpretazione di tre brani: "La Pastora" (canto popolare trentino), "Evening rise" (canto tradizionale dei nativi americani) e "Hakuna Matata" (dal film Disney Il Re Leone).

Il concorso si è svolto a Verona in data 24 maggio: gli studenti hanno ricevuto un attestato personale di merito ed una coppa trofeo, consegnata alla professoressa Anna Nicolodi, referente del progetto. Il coro delle "Bresadola" ha ricevuto il primo premio assoluto nella categoria riservata alle scuole secondarie di primo grado, ottenendo il punteggio di 98 punti su 100, ricevendo un encomio dalla giuria con la seguente motivazione: «L'impegno tenace nella preparazione, la giusta concentrazione nel momento dell'esibizione e il grande entusiasmo di tutti i coristi e le coriste, insieme con la sapiente guida dei loro docenti, hanno permesso di raggiungere questo importante e straordinario risultato!».

La professoressa Anna Nicolodi non ha nascosto la soddisfazione e l'emozione per il risultato: «Abbiamo preso parte al concorso per stimolare i ragazzi, dopo gli anni grigi dell'emergenza sanitaria che ha ridotto l'attività dei cori. Ci è sembrato un buon augurio, oltre ad un buon modo per ripartire», ha spiegato la docente. Il coro è stato attivato nel 2012 ed è composto dagli studenti delle classi seconde a indirizzo musicale, studenti che nutrono una particolare dedizione alla musica: «Sono ragazzi e ragazze particolarmente versati per la musica e la approfondiscono anche attraverso lo studio di uno strumento», ha evidenziato la professoressa Nicolodi che ha elogiato l'impegno dei ragazzi: «Da subito si sono dimostrati entusiasti, nonostante fare parte di un coro richieda del lavoro supplementare. La preparazione è iniziata a marzo ed ha previsto un'ora supplementare di attività in aula».

Per preparare una performance corale d'eccellenza occorre infatti molto studio ed una conoscenza approfondita della musica: «Il canto è eseguito a memoria dopo aver studiato gli spartiti, d'altronde le esecuzioni sono complesse, si tratta di canto a più voci», ha spiegato la docente. Ma tra gli obiettivi del percorso vi è anche la creazione di un gruppo affiatato: «L'obiettivo è quello di cantare con gioia, perciò scegliamo canzoni che ci piacciano. Il canto corale genera un'esperienza condivisa di positività - evidenzia la professoressa - Dirò di più, fare parte di un coro è un'importante palestra di socialità e persino di educazione alla cittadinanza». Il coro Pioggia di note si esibirà prossimamente in un concerto finale previsto nella rassegna di canto corale "Canto in Campo" a Campotrentino.

















Cronaca







Dillo al Trentino