il caso

Green pass, la Provincia di Trento chiede l’esenzione per gli studenti sui trasporti pubblici

Piazza Dante ufficializzerà la sua posizione in Conferenza delle Regioni. Fugatti e Gottardi: “Rischi di disagi e maggiori costi per le famiglie che risiedono nelle zone più distanti”

TRENTO. Sull'obbligo di Green pass per usufruire dei servizi di trasporto pubblico - previsto per chi ha più di 12 anni dall'ultimo decreto del Consiglio dei ministri - il presidente della Provincia autonoma di Trento, Maurizio Fugatti, e l'assessore ai trasporti, Mattia Gottardi, annunciano una richiesta ufficiale in sede di Conferenza delle Regioni e delle Province autonome affinché siano previste delle esenzioni per gli studenti.

"Purtroppo l'interpretazione data alle disposizioni nazionali va in una direzione che non condividiamo. Questa condizione rischia di creare disagi e maggiori costi per le famiglie che risiedono nelle zone più distanti dagli istituti scolastici, con un'evidente disparità rispetto ai coetanei, alla luce del fatto che per frequentare le lezioni in classe non è previsto alcun obbligo", sono le parole del presidente Fugatti e dell'assessore Gottardi.