lo studio

Vaiolo delle scimmie, il levriero di famiglia si ammala come i padroni

L'animale ha manifestato le tipiche lesioni cutanee e mucose della malattia. Indagine sulla trasmissione da uomo a cane



PARIGI. Il virus del vaiolo delle scimmie potrebbe essere trasmesso dall'uomo al cane: un primo caso sospetto è stato documentato a Parigi, dove un levriero di quattro anni ha manifestato le tipiche lesioni cutanee e mucose della malattia a 12 giorni di distanza dai suoi due padroni, con cui era solito condividere il letto.

Dal confronto tra tamponi sembra che si tratti dello stesso genoma virale, ma la dinamica del contagio è ancora tutta da chiarire: nell'attesa di nuove indagini, si fa strada l'ipotesi di allontanare temporaneamente gli animali da compagnia dalle persone infette, come rilevano i ricercatori dell'Università Sorbona nello studiopubblicato sulla rivista The Lancet.















Cronaca









Dillo al Trentino

Podcast

Dall’ergastolo all’assoluzione: ma la conclusione del giallo del camion killer è tragica

L’uomo accusato dell’omicidio di Loredana Dominici viene prima condannato all’ergastolo e poi assolto in appello. Morirà suicida, a 45 anni, gettandosi da una finestra del quarto piano

LA SERIE / 1 La strage di Vetriolo
LA SERIE / 2 Lo scolaro e la maestra

LA SERIE / 3 Il mistero della cisterna
LA SERIE / 4 Scomparsa nel nulla
LA SERIE / 5 Rapina di sangue

LA SERIE / 6 La bambina sacrificata