Auguri Natale da atlete Setterosa ai bimbi ricoverati al Gemelli



<p> (ANSA) - ROMA, 07 DIC - Gli auguri di Natale delle pallanuotiste della nazionale italiana ai bambini ricoverati al Policlinico Gemelli. Oggi pomeriggio la squadra nazionale femminile di pallanuoto italiana, bronzo europeo e mondiale, ha fatto visita ai piccoli degenti di alcuni reparti pediatrici facendo trascorrere ai bambini un momento di sollievo e felicit&agrave;. <br/> &nbsp;&nbsp;&nbsp; La squadra, in preparazione per i prossimi Campionati Europei, che si svolgeranno a Eindhoven dal 5 al 13 gennaio validi come qualificazione per le Olimpiadi di Parigi 2024, ha fatto visita in particolare ai bimbi ricoverati, ai loro genitori, ai medici e al personale sanitario. L'arrivo della nazionale femminile al gran completo, guidata da Carlo Silipo, ha regalato ai piccoli pazienti una giornata speciale. "La presenza del Setterosa nei reparti pediatrici &egrave; per tutti noi e soprattutto per i nostri piccoli pazienti motivo di gioia. La squadra &egrave; un esempio di coraggio, forza e determinazione proprio come i piccoli campioni che animano le corsie del nostro ospedale", dichiara il professor Eugenio Mercuri, Direttore del Dipartimento Scienze della salute della donna, del bambino e di sanit&agrave; pubblica della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS. Questi "momenti di condivisione - rileva Daniela Chieffo, responsabile della UOS di Psicologia Clinica del Gemelli - sono nutrienti per tutti coloro che affrontano con coraggio il dolore in tutte le sue manifestazioni e per gli operatori che li accompagnano in questo lungo percorso. Lo sport &egrave; terapia, e da sempre contribuisce al benessere della persona. <br/> &nbsp;&nbsp;&nbsp; Poter respirare la passione di queste atlete, godere della loro presenza, delle loro storie, dei loro successi e della loro esperienza rappresenta una risorsa all'interno della matrice di cura, oltre che una carezza all'anima". <br/> &nbsp;&nbsp;&nbsp; "Il sorriso dei bambini, la loro forza, la loro determinazione - sottolinea il Ct Carlo Silipo - sono un esempio di coraggio che ci guider&agrave; ed accompagner&agrave; nel percorso verso le Olimpiadi e nei momenti di maggiore criticit&agrave;". (ANSA). <br/> &nbsp;&nbsp;&nbsp; </p>









Scuola & Ricerca



In primo piano