Podcast

Legata, violentata, brutalizzata: Il terribile delitto all’ombra delle Pale di San Martino

Agosto 1990: Maria Luisa De Cia esce «per fare una passeggiata». Il suo corpo brutalizzato viene trovato nei pressi del sentiero per il rifugio Velo della Madonna, nel gruppo delle Pale di San Martino. Una vera e propria esecuzione, un giallo destinato e rimanere irrisolto.

LA SERIE / 1 La strage di Vetriolo
LA SERIE / 2 Lo scolaro e la maestra

LA SERIE / 3 Il mistero della cisterna
LA SERIE / 4 Scomparsa nel nulla
LA SERIE / 5 Rapina di sangue

LA SERIE / 6 La bambina sacrificata
LA SERIE / 7 Il camion killer



TRENTO. Legata, violentata, brutalizzata e infine uccisa. Il corpo senza vita di Maria Luisa De Cia, 28 anni, veneta, viene trovato nell’agosto del 1990 lungo il sentiero che porta al rifugio Velo della Madonna, in Primiero.

È seminuda, del nastro adesivo le copre la bocca, il capo presenta, sul lato sinistro, una ferita da arma da fuoco. Più che un delitto, una vera e propria esecuzione, da parte di qualcuno che la ragazza conosceva bene e a cui aveva dato appuntamento. Siamo in presenza di un delitto efferato, brutale, selvaggio. Ma un delitto destinato a restare impunito.

La ragazza punita è uno degli episodi raccontati da Luigi Sardi nel libro «Delitti e misteri in Trentino» edito da Curcu & Genovese e che adesso è diventato un podcast grazie all'intensa interpretazione di Mario Cagol ne «Il suono delle pagine».

In questa prima parte (la prossima puntata verrà pubblicata sul nostro sito martedì 18 ottobre) Mario Cagol racconta del terribile rinvenimento di un corpo brutalizzato nei pressi del sentiero e le prime ipotesi investigative.

Ma ecco il podcast di Mario Cagol:

















Cronaca







Dillo al Trentino